subscribe: Posts | Comments

E’ da un mese che faccio lo yogurt…

43 comments
E’ da un mese che faccio lo yogurt…

e viene proprio bene. Dopo aver letto qui che si poteva fare anche senza macchinetta ma mettendolo in forno ho fatto un pò di ricerche e ho trovato questo metodo su blog aniceecannella:

Ingredienti indispensabili:
1 lt di latte intero e freschissimo, quello della vostra centrale del latte, meglio ancora se latte crudo, cercate se volete il vostro distributore più vicino, qui.
2 bei cucchiai (sì, solo due!) di yogurt bianco e intero. Meglio se il coop bianco, quello nella confezione rosa, altrimenti il kyr della Parmalat. Giuro che non lavoro alla coop, ma ne ho provati tantissimi, e con questo viene saporito, dolce e non acido.
1 pentola in acciaio ovviamente pulitissima
1 contenitore per alimenti di plastica opaca e a chiusura ermetica
1 colino per filtrare
1 cucchiaio
1 copertina di pile morbida e calda, i fermenti, si sa, amano il caldo
Raccomandazioni:
Il latte deve assolutamente essere intero.
E’ impensabile ottenere uno joghurt compatto col latte parzialmente scremato o peggio ancora, scremato.
E, vi assicuro che, quello che faremo, sarà così compatto che il cucchiaino conficcato dentro, starà diritto da solo,
Lo yogurt dovrà avere una scadenza il più lontano possibile, meglio se 30 giorni, ma va bene anche una ventina di giorni. Questo perchè, più lo yogurt è fresco, più i fermenti saranno attivi e quindi più golosi di lattosio.
E’ per questo, infatti, che lo iogurt è tollerato benissimo anche da chi è intollerante al latte.
Cominciamo:
Prendiamo il latte e mettiamolo nella pentola a fuoco molto dolce sul fornello medio. Dopo una decina di minuti circa (ma ovviamente controllate spesso) comincerà ad alzare il bollore. Non appena la panna si alzerà, e starà per raggiungere il bordo della pentola, spegniamo immediatamente. Togliamo con un cucchiaio quella panna, e, se non abbiamo problemi di linea (io non posso, sigh, sigh.. ) ce la gustiamo tutta!!
Copriamo la pentola con un piatto, per evitare il più possibile contaminazioni e mettiamola a bagno in una pentola più grande piena di acqua fredda. In questo modo il latte raffredderà molto più velocemente.
Ecco, ora qui dobbiamo fare attenzione… il latte sarà perfetto quando raggiungerà una temperatura di 40°non oltre, meglio anche 38°
L’errore che facevo io, ma non avevo il termometro, era di aspettare che fosse tiepido e basta, ma sicuramente non riuscivo a regolarmi bene, per cui immagino che lo lasciassi troppo caldo.
Per cui, se non avete il termometro, aspettate pure che sia freddo o appena tiepido.
Prendiamo adesso la ciotola di plastica e versiamo dentro 2 cucchiai di iogurt, aggiungiamo qualche cucchiaio (5 o 6) del nostro latte filtrandolo da un colino, ma se abbiamo tolto bene la panna, non ce n’è bisogno.
Mescoliamo con cura, non ci dovrà essere il più piccolo grumo.
A questo punto, accendiamo il nostro forno ad una temperatura di 50°, contiamo fino a 60 e andiamo a finire di preparare il nostro yogurt.
IMPORTANTEil forno NON deve raggiungere i 50° ma solo diventare tiepido! per cui dopo 60 secondi, ma anche meno, va subito spento!
Aggiungiamo ora dolcemente il resto del latte mescolando bene. Copriamo col coperchio ermetico e avvolgiamo bene il contenitore nella copertina di pile e mettiamo il nostro contenitore nella sua copertina dentro al forno, mi raccomando copritelo bene, i fermenti sono freddolosi!
Chiudiamo lo sportello del forno… e aspettiamo circa 6/8 ore senza assolutamente muovere la ciotola, i fermenti sono anche permalosi, se li muoverete, non mangeranno lattosio e non produrranno lo joghurt.
Per cui, sappiate già che se avete deciso di fare lo yogurt, per quel giorno non dovrete assolutamente accendere il forno ed essere costretti a smuovere la ciotola.
Dopo le 6 ore controlliamo, togliendo la copertina delicatamente, se muovendo appena, vedrete che il liquido all’interno sarà ben compatto e sodo, il nostro yogurt è pronto!
Altrimenti lasciamolo fino a 8 ore, se necessario anche 12 ore.
Dopodichè va messo immediatamente in frigo!
 
IN ESTATE: da controllare il frigo, con il caldo, fa fatica a stare alla stessa temperatura interna che aveva in inverno, va regolato di nuovo! la temperatura ideale è 4/5 gradi.
Perchè anche se appena fatto è leggermente sodo, in frigo lo yogurt finisce di “compattare”, cioè il siero si separa dallo yogurt, ma se le temperatura interna del frigo è sopra quella consigliata, fa ovviamente fatica e “fila”!
 

E’ molto semplice e viene davvero bene, per rifarlo uso 3/4 cucchiai di quello precedente.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
  1. Confesso che l’ho fatto anch’io, con il latte crudo. E’ venuto superbo!
    Poi ne ho preso una buona parte, ho unito il sale, ho fatto colare il siero per una notte, ho unito un filino di crema di latte ed è venuto un Philadelpia meraviglioso

  2. bbbbuuoooooonoooooooo freddo :burp:
    ora però vorrei capire se mi costa di + farlo così che andare a comprarlo al super 😉

  3. Caldo è orrendo. Anche io messo nel TW e mangiato dopo qualche ora di frigo.
    Così buono che è finito prima che mi ricordassi di levarne due cucchiai per quello nuovo.

  4. Se non lo mescoli fa il siero, ora butta quello che ha fatto, lo mescoli bene e poi vedi tu, io lo lascio nel tupper se invece hai un contenitore di vetro che chiude bene mettilo lì, è uguale.

  5. @fran73 wrote:

    tri, mi fai morire :rrofl:

    :mrgreen:

  6. @nika wrote:

    :sab

    :blll: … :bacbac:

  7. @crissy wrote:

    Caldo è orrendo, mettilo in frigo, poi da freddo mescolalo diventa più cremoso.

    ma devo buttare via il siero giusto? perché ne ha fatto parecchio…
    e devo metterlo nel vetro o posso lasciarlo nel tupper?

  8. Cmq secondo me ora che fa caldo la coperta si può evitare, magari basta metterlo in uno strofinaccio.

  9. Caldo è orrendo, mettilo in frigo, poi da freddo mescolalo diventa più cremoso.

  10. tri, mi fai morire :rrofl:

    Io alla fine non l’ho fatto perchè son troppo presa a fare scatoloni (giovedì traslochiamo, aiut!)…ci penserò nella casa nuova 😉

  11. allora…sodo è sodo, fin troppo, muovendo la vaschetta era completamente fermo 😯
    sembra però un pochino granuloso, non vellutato…il sapore non è male, ma l’ho mangiato caldo e secondo me ho fatto una cavolata, ho la sensazione che mi farà da purga :uaz:

  12. @nika wrote:

    ma il forno è spento, che deve succedere? 😆

    si lo so, hai ragione, ma mi inquieta lo stesso 😳
    latte in raffreddamento…ci siamo quasi…se domattina è una schifezza i miei studenti avranno una prof “acida” sul serio :uaz:

  13. ma il forno è spento, che deve succedere? 😆

  14. se non mi addormento coi bambini ci provo stasera…
    ma la coperta di pile (sintetico) nel forno non è 1pò pericoloso?

  15. ho visto la ricetta del bimby ed è effettivamente parecchio diversa…se però seguissi questa però usando il bimby? proverò e vi faccio sapere…

    Grazie Crissy, io divoro kg di yogurt a colazione, se funziona così direi (da buona genovese :mrgreen: ) che è soprattutto un bel risparmio 😉

  16. Fatto!!!!!!!!!!!! Buonissimo!!!!!!
    Messo in formo verso le 19 e recuperato al mattino, sodo dolce e slurp!!!!!!!!!

  17. Vi informo che ho preso lo yogurt della coop oggi 😆

    Se riesco domani o al più tardi mercoledì lo faccio.

    nel link dice 6-8 ore di riposo in forno, quindi se lo faccio la mattina, poi per la sera “dovrebbe” essere pronto, giusto?

  18. @susanna_a wrote:

    anch’io lo faccio così…

    ma secondo voi l’actimel si può fare? Mio figlio se ne pappa tonnellate.

    L’actimel non è yogurt ma latte fermentato.
    Non sono sicura che esca effettivamente la stessa cosa,ma puoi provare e farci sapere.

  19. Guarda io metto 3/4 cucchiai di yogurt in un contenitore di quelli col coperchio, quando il latte è tornato a 40° gradi ne verso un pochetto ( a caso) nel contenitore e lo mescolo allo yogurt, poi verso tutto il resto del litro (non filtro mai con il colino)

  20. Mi puoi chiarire questo passaggio: Prendiamo adesso la ciotola di plastica e versiamo dentro 2 cucchiai di iogurt, aggiungiamo qualche cucchiaio (5 o 6) del nostro latte filtrandolo da un colino?

    2 cucchiai di yoghurt e 6 di latte? Ma quanto ne viene?

  21. lo so crissy :rrofl:
    ma non demordo :uaz:

    io il termometro non ce l’ho, però stavolta il latte era praticamente freddo e paradossalmente è venuto meglio… prima o poi me lo compro ‘sto cavolo di termometro….

  22. Nika sei una tragedia 😆
    L’altro giorno l’ho rifatto usando uno yogurt nuovo però perchè con il mio mi stava diventando troppo acido, il latte scadeva il giorno dopo e lo yogurt a fine giugno. E’ venuto quasi solido, poi ovviamente mescolandolo diventa più cremoso ma perfetto.
    Io però uso il termometro da cucina e a 40° precisi metto il latte nel contenitore con lo yogurt, non sarà per quello?
    Cmq la prossima volta gli faccio una foto di come lo trovo al mattino.

  23. :rrofl: niente, sono una chiavica :uaz:

    stavolta è venuto più cremoso, quando ho aperto il contenitore (da ieri sera alle 19 a stamattina alle 6.30) era tutto granuloso tipo ricotta ma rigirando un pochino è diventato una specie di actimel corposo ma sempre liquido… niente cucchiaino in piedi, ovviamente.
    francamente ho buttato via pure questo 😳
    a ‘sto punto mi resta solo da provare con lo yogurt Coop e vedere che succede. forse stavolta il latte aveva una scadenza ravvicinata (il 27)… insomma, non c’azzecco mai tutto insieme 😆

  24. Prova che vojo sapè. Se và bene poi parto pure io

  25. ho comprato lo yogurt, scadenza il 22 giugno 😆
    stasera ci riprovo 😉

  26. In questi giorni dopo un inverno di yogurt fatto in casa, ho iniziato a preparare il kefir, senza la yogurtiera, serve solo un contenitore e a temperatura ambiente, con qualsiasi tipo di latte, anche di soia.
    Da provare.
    http://kefir.ilbello.com/

  27. Io ero partita con lo yogurt del Penny, quello della Bontanova, però la scadenza era parecchio avanti almeno 3 settimane.
    Poi adesso continuo a usare qualche cucchiaio di quello precedente.
    Però io lo faccio alla sera verso le 20 e non va assolutamente toccato, guardato ecc., va lasciato tranquillo avvolto nella sua copertina nel forno 😀

  28. ho comprato il latte fresco intero alta qualità (distributori di latte crudo non ne ho) e il kyr della parmalat perché non sono andata alla coop ma in un altro super.
    direi che l’unica cosa che NON avevo era lo yogurt con un mese davanti prima della scadenza ma direi che non ne troverei da nessuna parte: il kyr scadeva il 25 ed io l’ho fatto ieri, quindi 6gg ma ripeto che con una scadenza così lontana non ce n’erano… a meno di non prendere quelli già alla frutta o quelli tipo muller.

    il procedimento l’ho fatto passo passo. alle 15 l’ho messo in forno (è arrivato a 40° prima di spegnerlo… considera che era partito da 20°). ho aspettato che il latte si raffreddasse fino a sentirlo a “temperatura corporea” (non ho il termometro). alle 22 di ieri era ancora liquido, idem alle 2 di notte. stamattina ho buttato via tutto 🙁

    cmq domani vado alla coop e ci riprovo 😆
    tu che yogurt usi in genere?

  29. @nika wrote:

    ho provato ed è rimasto tutto irrimediabilmente LIQUIDO!!! :murt: :***:

    Ma è stranissimo, a me è sempre venuto e non credo di avere doti particolari 😆
    ma hai seguito passo passo tutto il procedimento? sicura?
    Quando lo faccio al mattino lo trovo quasi solido, il cucchiaino sta su da solo….

  30. ho provato ed è rimasto tutto irrimediabilmente LIQUIDO!!! :murt: :***:

  31. appena torno alla coop prendo lo yogurt e il latte 😉

  32. @HEART75 wrote:

    ma si fa anche con il bimby…

    Sì avevo provato ma mi viene molto meglio così.

  33. Che meraviglia!!! Anche a me sta venendo una voglia di provare….per ora il link me lo osno salvato..prima o poi lo farò di sicuro….

  34. ma si fa anche con il bimby…

  35. Bellissimo il link, mi sta venendo proprio voglia di provare!

  36. anch’io lo faccio così…

    ma secondo voi l’actimel si può fare? Mio figlio se ne pappa tonnellate.

  37. Sì guarda, viene davvero bene, bello sodo e buono buono!

  38. Ma che meraviglia 😯

  39. io la devo mettere in moto la yoghurtiera perche’ qui si consuma a litri alla settimana e ora che si va verso la stagione calda, di piu’

  40. Mi si è aperto una pagina con la ricetta di una torta di mele ubriaca.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti