subscribe: Posts | Comments

Antipasto misto piemontese

1 comment
Antipasto misto piemontese

Ho già parlato dei peperoni alla bagna cauda, ora vi presento alcuni antipasti piemontesi freddi, o meglio rivisitazioni di piatti tradizionali.

Purun mujà n’t l’oeli (peperoni all’olio)

Si mette un peperone sul fuoco, oppure in forno. Si fa abbrustolire bene e poi si mette in un sacco del pane per facilitare la spellatura. Si toglie la pelle al peperone e si taglia a striscioline. Si condisce con olio, aglio e aceto. E’ molto buona la versione con un po’ di acciuga tritata.
Si lascia marinare qualche ora e si servono.

Tumin elettric (Tomini piccanti)
Si fanno alcune palline con i tipici tomini piemontesi. Se non li trovate potete usare del formaggio caprino. Mettete un po’ d’aceto e peperoncino in polvere (io ho usato la paprika) in un piattino e rotolateci i caprini. Condite con olio evo abbondante e lasciate riposare qualche ora, meglio un giorno.

Tumin cul Bagnet Verd (tomino con la salsa verde)
Si fanno alcune palline con i tipici tomini piemontesi. Se non li trovate potete usare del formaggio caprino. Frullate nel mixer olio EVO, prezzemolo, acciuga e capperi. Lasciate un po’ grossolano. Rotolateci dentro i caprini e lasciate riposare qualche ora, meglio un giorno.

Nel piatto trovate anche i grissini torinesi stirati con prosciutto crudo avvolto, piatto motlo anni ’70, che mi ricorda le cene tradizionali di mia nonna a cui non mancavano mai… E ho messo anche una fetta di formaggino paglierino…

Antipasto piemontese

Antipasto piemontese

visto 490 volte

  1. Adoro gli antipasti, bel piatto Susa… c’è sempre la tua adorata nonnina (cuoricino)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti