subscribe: Posts | Comments

mi vergogno un po’…. ma ….LE PATATE A FORNO!!!!

38 comments

io vorrei tanto capire perchè le mie patate a forno non vengono mai belle morbide e gustose. Quelle di mia suocera vengono proprio buone! A lei pero’ non chiedo come le fa 😉 qualcuna di voi mi aiuta????

  1. melissa72 says:

    @albaros wrote:

    Voi salate le patate prima di metterle in forno o quando ormai sono cotte?
    grazie Alba

    no mai perchè il sale fa trattenere l’acqua. io aromatizzo 5 min prima della fine della cottura e metto anche il sale in quell’occasione.

  2. melissa72 says:

    ieri sera le ho rifatte… 🙁
    non ci siamo! le ho messe con la carta da forno e a + di 200°.
    sono venute bene ma non sono come voglio io.
    preferisco che si rosolino sulla placca e mi piacciono anche quelle che si spappolano un po’!
    la crosticina sulla placca viene meglio e io l’adoro!
    riproverò senza carta da forno e con cottura più lenta.
    ma credo che la differenza possa anche farla il taglio della patata.
    ovvero a spicchi con un lato più fine.
    come le taglio bene a spicchi? (lo so “sembra” una domanda stupida…) 😆

  3. Maria1975 says:

    cotte…eppure stasera non le ho salate per niente. Ho usato gli aromi per le patate e non ho aggiunto niente.

  4. albaros says:

    Voi salate le patate prima di metterle in forno o quando ormai sono cotte?
    grazie Alba

  5. Patatina72 says:

    @Maria1975 wrote:

    io vorrei tanto capire perchè le mie patate a forno non vengono mai belle morbide e gustose. Quelle di mia suocera vengono proprio buone! A lei pero’ non chiedo come le fa 😉 qualcuna di voi mi aiuta????

    non so in che rapporti tu sia con tua suocera, ma credo che potrebbe solo che giovare al rapporto chiedere una ricetta che lei fa buona e tu vuoi copiare, no???
    Io non mi sono mai posta il problema 😯
    Andavo a chiedere a chi le cose le faceva meglio, tipo crostata e cacciatora a mia suocera, pollo con peperoni a mia madre , torta di mele ad una zia ….
    insomma, non credo ci sia niente di cui vergognarsi 😉
    Ho imparato tanti segreti che mi ritornano utili ora che mia suocera non sta più tanto bene e non si ricorda molto le cose ……

    Però lo ammetto: per la Mdp, la paste madre e tante altre cose …….. MOLLISTE forever :love

  6. flitzer says:

    Anch’io niente bollitura perché davvero mi manca il tempo 😉
    Carta da forno, pochissimo olio di oliva e poi le giro con le mani perché si ungano tutte, sale e un rametto di rosmarino.

    Io le metto a 180° con forno statico

  7. susanna_a says:

    comunque anche sciacquarle e asciugarle quando sono già tagliate è ottimo.

  8. FrancescaV says:

    Anche a me non venivano bene, si attaccavano alla teglia e per mescolarle si spappolavano un po’.
    Ho risolto, come hanno già detto altre, mettendo la carta forno, olio ovviamente, ma non troppo, sale e cuocendole un po’ con il forno normale e circa a metà passo al ventilato che le rende più croccantine.
    Vengono uno spettacolo.
    Secondo me il segreto è la carta forno.
    francesca

  9. Anonimo says:

    Assolutamente MAI prebollite. Leccarda del forno foderata con carta forno, patate a tocchetti uguali. spicchi d’aglio, olio, sale e rosmarino. 200 gradi per 20 minuti. Poi girarle. Altri 20 minuti.

    Vengono perfette.

  10. Maria1975 says:

    A me ieri sera sono venute buone buone!!!!!!!
    Prima le avevo sbollentate per 5 min. Poi quando le ho messe nella taglia…. mi embravano pochini…. quindi ho aggiunto altre senza sbollentate e sono venute ugualmente bene!

    Ho fatto una teglia con cipolla e l’altra senza. Tutti hanno gradito!!!

  11. stefy65 says:

    no, io vado sempre al massimo, 220, credo, insomma giro tutta la manopola
    però le patate le taglio non troppo grandi, per cui cuociono subito.

  12. forno alto… a 200?

  13. melissa72 says:

    ti quoto, stavo proprio pensando alla carta forno bagnata con poco olio!
    e anche per la quantità.

  14. stefy65 says:

    io nella vita mangio praticamente solo patate, per cui sono un’esperta in materia!
    Le faccio in tutti i modi, ultimamente ho scoperto il microonde, ma ovviamente al forno sono proprio le migliori.
    Io non le faccio bollire, le metto direttamente in teglia, rigorosamente su carta forno, e le mescolo con sale pepe e poco olio, in modo da non formare un fondo d’olio (per non farle sfriggere) ma di “sporcarle” comunque ben bene tutte
    e poi forno alto. Senza mai toccarle. Vengono da Dio! Croccanti fuori e morbidissime dentro

    per me il segreto è comunque un buon forno, non sono tutti uguali e non cuociono tutti bene.
    E un altro segreto è la quantità giusta in modo da non doverle mescolare. Io riempio ben bene tutto il fondo della teglia senza sovrapporle e vengono benissimo

  15. Quando l’hai trovata fammi sapere… intanto ho comprato le patate, ed anche le cipolle

  16. Maria1975 says:

    stasera patate al forno per tutta la famiglia! Speriamo che non li faccio rimanere a digiuno!!!! 😀 A limite il pane c’è… il formaggio pure 😆

  17. melissa72 says:

    @skiver wrote:

    Tu sperimenta e poi dacci il risultato 😀

    puoi starne certa!!! sono a caccia da tempo della ricetta perfetta per le patate al forno 😀

  18. Tu sperimenta e poi dacci il risultato 😀

  19. melissa72 says:

    no skiver perchè a forno alto la crosta la fa sì ma si imbrunisce, diventa scura. come con l’olio in padella. per renderle ben croccanti, bisognerebbe lasciarle a fuoco basso e poi alzarlo alla fine.
    la prebollitura le rende morbide dentro e accorcia i tempi di cottura. per me è più importante l’ammollo e la modalità di cottura in forno per la crosticina e croccantezza.

  20. Se mai è il contrario, Melissa, devi fargli fare la crosticina mettendole in forno caldo a 200 gradi per poi diminuire. Altrimenti credo cuocia molto dentro e non faccia bene la crostina fuori.

  21. Anche io sono del partito della prebollitura, soprattutto perchè così fanno la crosticina fuori e dentro rimangono belle morbide. Io ci metto a volte un po’ di polvere di aglio e rosmarino.
    Il mio problema è invece riuscire a cuocerle prima e mantenera la corccantezza perfetta (per portarle da qualche parte, o semplicemente perchè i tempi di cottura non coincidno perfettamente con le altre portate). Suggerimenti per questo?

  22. melissa72 says:

    @lux wrote:

    ecco SANTA MELISSA dico io!! sei una scienziata vero? perche’ hai un approccio scientifico alla cucina che io ADORO!

    amo le materie scientifiche è vero, più che altro amo capire e conoscere! per poi spiegare… 😀 comunque mi sono sposata un fisico… :uaz:

    insomma le ho fatte, ammollo per 40 minuti, lessate 5 min. in forno 40 minuti molto buone! ma….
    non è venuta la crosticina come volevo, forse olio di troppo oppure la prima parte della cottura deve andare a calore basso, non direttamente a 180°.
    la prox inizio da 140°.

  23. ecco SANTA MELISSA dico io!! sei una scienziata vero? perche’ hai un approccio scientifico alla cucina che io ADORO!

  24. ALESSANDRA66 says:

    Io abitualmente faccio le patate sia al forno che in padella facendole bollire (dopo averle sbucciate e dadolate) per 5 minuti in acqua e aceto (vado a occhio! ne metto mezzo bicchiere per una pentola abbastanza capiente); in questo modo si riducono i tempi di cottura e inoltre fanno una buonissima crosticina…

  25. Kalinka67 says:

    son buone anche se metti qualche semino di finocchio! Io le pelo (pasta gialla!), le metto a dadotti in una teglia di terracotta con olio (non poco) aglio e rosmarino, sale pepe, mescolo e le metto in forno a 180/190 ventilato. Vengono bene e non si attaccano.

  26. melissa72 says:

    visto che mi è venuta voglia di patate al forno, le preparo mettendole sia in ammollo che lessandole 5 minuti. vi farò sapere!

  27. susanna_a says:

    io le lavo solo bene. La sbianchitura non mi avrà.

  28. cavallettale says:

    Vedi vedi quanto si impara, nemmeno io sapevo della prebollitura delle patate.

  29. melissa72 says:

    poco intendo la teglia velata ma omogenea…

  30. melissa72 says:

    @Maria1975 wrote:

    ah poco olio????? d’oliva?

    si d’oliva, in teoria dovrebbero fare una bella crosticina!
    mia suocera le faceva strepitose.

  31. Maria1975 says:

    ahh quasi dimenticavo… la mia suocerina ci mette anche l’alloro!!!

  32. Maria1975 says:

    ah poco olio????? d’oliva?

  33. melissa72 says:

    buona la sbollentatura!! proverò!
    invece sapevo anche di lavarle, sbucciarle, tagliarle a piacimento, metterle in ammollo in acqua per circa 2 ore cambiano l’acqua almeno una volta. questo per farle perdere l’amido. poi sulla placca da forno con poco olio, e lasciarle 20-30 minuti senza mai toccarla, solo verso la fine della cottura quando unisci anche il rosmarino. vengono dorate e croccanti!

  34. anch’io portatrice sana di patate sguicide…ma in padella…va bene uguale?

    la situazione è migliorata da quando faccio così:
    le lascio un po’ in ammollo in acqua, magari cambiandola un paio di volte. poi le scolo e le butto in padella.
    ho aumentato di poco la dose di olio (prima ero molto parca.. 😉 )

    non le copro e le cuocio a fuoco medio girandole con una paletta in gomma così non le rompo

  35. Puoi anche fare direttamente al forno… io l’ho fatto… ma non mi vengono uguali!

    Ho trovato questa ricetta, che le fa con cipolle e senza bollirle
    http://www.lifegate.it/it/eco/people/alimentazione/ricette/oggi_mi_curo/patate_al_forno_con_aglio_cipolla_e_rosmarino.html

    però a naso non ci metterei il peperoncino, se mai un filo di pepe!

  36. Maria1975 says:

    cavolo Skiver non pensavo fosse così complesso 😀

    Lilla credo proprio che mia suocera non le interessa più di tanto che tipo di patate compra …. solitamente le compra dal venditore ambulante di frutta e verdura! URLA PATATIIIIIIIIII CIPUDDRIIIIIIIIIIIII INSALATAAAAAAAAAAA 😆

    Ecco lei ci aggiunge pure la cipolla…. forse è per questo che le vengono buone buone????

  37. Innanzitutto ci vuole il tipo di patata adatto da fare al forno. Vanno bene le patate a pasta gialla e quelle rosse, le novelle, ma non quelle a pasta bianca.

    Patate al forno classiche: sembra ed è una ricetta semplice, poco impegnativa ma molto spesso ciò che è ovvio non è poi così scontato. Prendere delle patate di grandezza media e non acquose. Sbucciarle e tagliarle in dadolata media. A parte riempire una casseruola larga sino a metà di acqua e salare. Portare ad ebollizione, quindi tuffare le patate e sbollentarle per tre minuti. Questa operazione importante è detta sbianchitura. In questo lasso di tempo, prendere una placca [teglia] da forno, aggiungere del burro e dell’olio, un rametto di rosmarino, qualche foglia di salvia e uno spicchio d’aglio. Scaldare a fuoco basso e far rosolare i sapori. Unire in seguito le patate sbollentate in acqua (scolate!), salare e pepare. Preparare il forno e portarlo a temperatura di circa 200°. Introdurre le patate e lasciare in forno per circa 20 minuti avendo cura di non mescolare con spatole o mestoli ma di scuotere ogni tanto la placca in modo da non far attaccare le patate.

  38. Lillafiore says:

    per come la vedo io molto dipende dalle patate, senti un po’ se tua suocera ha uno spacciatore di patate? per esempio quelle cresciute a quote collinari sono più buone.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine