subscribe: Posts | Comments

Stinco di maiale in padella

0 comments
Stinco di maiale in padella

Per i vostri pranzi domenicali o in occasione delle varie festività, nel vostro menù non può mancare un secondo di carne succulento e prelibato. Tra le molte ricette da cui scegliere, una sicurezza è lo stinco di maiale con i suoi tanti modi di preparazione e presentazione.

Selezionato dalle zampe posteriori del maiale, lo stinco è un taglio molto spesso e morbido, amatissimo nella cucina d’oltralpe e del Nord Italia, che necessita una lunga cottura a fuoco medio per diventare tenero e gustoso.

A seconda dei vostri gusti e del tempo che avete a disposizione per stare dietro di fornelli, potete preparare lo stinco al forno, magari accompagnato dal un bel contorno di patate arrosto o di verdure gratinate.

Gli amanti degli impasti possono anche cimentarsi con la pasta brisée e preparare lo stinco di maiale in crosta, avvolgendolo la carne nell’impasto prima di affidarla alla cottura del forno.

In alternativa potete cuocerlo in padella, assieme a un contorno rustico di funghi e carciofi, o prendere ispirazione dalla ricetta berlinese che lo accompagna con un particolare purè di legumi.

Chi invece è bravo a fare la brace, può anche decidere di cuocere lo stinco di maiale allo spiedo o alla brace, dopo averlo infilzato e aromatizzato con un intingolo aromatico a base di olio, aglio, erbe profumate tritate e aromi vari.

Se avete molto tempo per preparare questo delizioso secondo ma preferite non utilizzare il forno, ecco una sfiziosa ricetta per cuocere lo stinco di maiale in una semplice padella, accompagnato da un gustoso contorno a base di funghi.

Questa ricetta è perfetta per 4 persone, e dato che lo stinco necessita di una lunga cottura a fuoco lento, potrete utilizzare il tempo di attesa per realizzare le altre portate del vostro menù e per curare l’impiattamento e l’apparecchiatura della vostra tavola.

Per la maggior parte dei tagli della carne di maiale, se non volete che la carne diventi dura e stoppacciosa, qualsiasi metodo di cottura scegliate, vi conviene mantenere sempre temperature non troppo elevate: meglio una cottura lunga a fuoco lento piuttosto che una breve a fiamma vivace. Ecco come preparare questo delizioso stinco di maiale in padella:

Ingredienti

  • 1 pezzo di stinco di maiale da 500 g
  • 500 g di funghi
  • 1 cipolla
  • farina q.b.
  • 30 g di burro
  • 1 bicchiere di vino bianco secco da cucina
  • 500 ml di brodo vegetale
  • sale e pepe q.b.
  • 2 rametti di rosmarino

 

Procedimento

Per preparare lo stinco di maiale in padella, cominciate disponendo la farina su un piano da lavoro, poneteci sopra lo stinco e infarinatelo completamente su tutti i lati.

Una volta infarinata la carne, fate fondere il burro in un’ampia padella antiaderente assieme alla cipolla tagliata a velo, quindi rosolate lo stinco su tutti i lati.

A questo punto sfumate la carne con il vino bianco, lasciate che evapori e poi coprite lo stinco con il brodo vegetale, serbandone da parte un mestolo.

Chiudete la padella con un ampio coperchio e lasciate che la carne cuocia a fuoco dolce per 2 ore.

Nell’attesa preparate il contorno, pulendo i funghi con un panno da cucina e tagliandoli a pezzetti. Aggiungete i funghi nella padella e fateli rosolare per qualche minuto nella salsa dello stinco, se necessario aggiungendo un filo d’olio e l’ultimo mestolo di brodo.

Fate cuocere il preparato per un’altra ora e, una volta trascorsa, aggiustate di sale e pepe. Trasferite lo stinco e il suo contorno in un grande piatto da portata, guarnito con i rametti di rosmarino.

stinco di maiale in padella

Nel caso lo stinco risultasse troppo asciutto, potete rendere il fondo di cottura più denso e cremoso aggiungendo un po’ di panna da cucina nella padella, dopo averla miscelata con un po’ di olio e un pizzico di noce moscata.

Un’altra idea ingegnosa potrebbe essere quella di cucinarlo alla frutta ottenendo un piatto fresco ed estivo.

Qui trovate la gustosa ricetta delle bistecchine di maiale all’arancia.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti