subscribe: Posts | Comments

Spaghetti con St. Jacques e ciliegini

22 comments
Spaghetti con St. Jacques e ciliegini

Spaghetti con St. Jacques e ciliegini. Che bella questa e buona questa ricetta di spaghetti con St. Jacques e ciliegini, mi ricorda il mio viaggio in Francia a trovare la mia amica Nanà… un giro al Lafayette a comprare qualche capasanta per farci una pasta super veloce.

Inutile dirvi che adoro le capesante, sono un must dell’antipasto della Vigilia di Natale, a casa nostra. Però le facciamo ovviamente gratinate al forno. Mia figlia ne è ghiottissima, ha preso tutto da mammà 😀

Ah, lo sapete che in Francia le cucine sono elettriche? In pratica non usano affatto il gas visto che hanno le centrali nucleari e quindi l’elettricità costa pochissimo 😮

E devo dire che le cotture sono anche più veloci che col gas o forse è stata solo un’impressione 😀

Spaghetti con St. Jacques e ciliegini

Ingredienti per due persone

  • 6 capesante
  • 2 rametti di ciliegini
  • Misto secco di aglio, prezzemolo, peperoncino
  • Vino bianco
  • Olio Evo
  • Basilico fresco

Mettere in padella il misto secco con olio evo aggiungere le capesante tagliate in pezzi grossi, sfumare col vino bianco. Togliere le capesante e aggiungere i pomodorini, mescolare e salare.

Lasciar cuocere pochi minuti finché i pomodirini avranno creato una deliziosa cremina, rimettere in padella le capesante e mescolare dolcemente.
Infine aggiungere il basilico fresco q.b. (cioè tanto a mio gusto ^_^)

Cuocete la pasta e fate saltare gli ultimi due minuti di cottura col sugo e servite ben caldi i vostri Spaghetti con St. Jacques e ciliegini

N.B. non cuocere a lungo il sugo o le capesante diverranno gommose.
Bon apétit!

20140304-091407.jpg

Spaghetti con St. Jacques e ciliegini

Spaghetti con St. Jacques e ciliegini: gli ingredienti

Spaghetti con St. Jacques e ciliegini

 

Spaghetti con St. Jacques e ciliegini

 

 

Curiosità: Le carni della capasanta sono gustose, sia crude sia cotte, anche se è sconsigliato il consumo crudo come del resto tutti i bivalve (essendo animali filtratori), per motivi d’igiene e di rischi di contatti con malattie infettive.

visto 485 volte

  1. Ti ringrazio per questa ricetta che mi piace molto!

  2. Sono una vera specialità…

  3. francesca says:

    Che piatto raffinato e appetitoso !

  4. Sento il profumo! Ho le allucinazioni olfattive, questo piatto va provato assolutamente!

  5. Un piatto sopraffino Debora, bravissima!

  6. Meravigliosi sento già il profumo!!

  7. Interessante

  8. Questo piatto è una meraviglia per occhi e palato! Complimenti Debora!! 😀

  9. Bellissima scoperta questo piatto, è da provare!

  10. meravigliosi!!!!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti