subscribe: Posts | Comments

Offresi ricette in cambio di consigli

16 comments
Offresi ricette in cambio di consigli

Ciao, lo so che lo avete fatto mille volte ma vi prego di replicare.
Compleanno della grande (9 anni) domenica 16. Festeggiamo insieme ad altre compagne di scuola. A me toccano i salati e ovviamente la torta (ognuno avrà la sua). Tutto deve essere fatto tra venerdì e domenica primo pomeriggio. Non posso congelare nulla per cui il programma prevede:
venerdì sera: pan di spagna o similare;
sabato: preparazione torta con pasta di zucchero;
domenica: tutto il resto.

Tutto il resto è:
pizzette con pasta di rosticceria (1 kg di farina)
panzerotti salati con pasta di rosticceria (1 kg di farina)
girelle di mozzarella (500 g di farina)
mini cakes salati alla salsiccia e salvia (con una dose ne vengono 18)

Intanto vi faccio omaggio delle ricette e poi chiedo i consigli.

Pasta di rosticceria siciliana (non è quella arcinota, viene sempre da cookaround ma secondo me è meglio):

FARINA: 1 KILO 00
ZUCCHERO: 100 G
STRUTTO: 100 G
LIEVITO BIRRA: 50 G
LATTE: 1/2 LITRO
SALE 1 PIZZICO

Si impasta tutto, si lascia lievitare 1/2 ora, si preparano le pizzette, i panzerotti (e quant’altro), si farciscono e si fanno lievitare per 3 ore, poi in forno per 20 min circa.

Girelle di mozzarella (da coquinaria), credetemi fate un figurone

250g di farina ricca di glutine
100g di latte
10g lievito di birra
5 g di zucchero
100g di mozzarella (se usate una di
quelle dei mono-sacchetti mettetela tutta
anche se è un po’ di più)
25g di burro
5 g di sale
da spalmare : 50 g circa di pomodoro concentrato, origano secco e parmigiano q.b.
Setacciare sul tagliere la farina e tagliare la mozzarella a piccoli pezzettini cominciare a impastare la mozzarella come se si stesse impastando il burro e la farina per una frolla, cercare di disfarla bene con le mani in modo da incorporarla Attenzione disfate il lievito in poco poco latte (potrebbe non andarci tutto il quantitativo prescritto) e finite di impastare anche tutti i rimanenti ingredienti richiesti. Lavorare bene il composto, raccogliere a palla e metterla in una ciotola unta d’olio, coprire con la pellicola e far lievitare per 20-30 minuti.
Facendo attenzione a non risvegliare il glutine, togliere la pasta delicatamente dalla ciotola e stenderla a rettangolo ad uno spessore di circa 2,5 mm. Spalmare col pomodoro, spolverare con parmigiano e origano. Arrotolare il più stretto possibile formando un salame Mettere in frigo in modo da far indurire un po’
il rotolo così si riusciranno a tagliare meglio i tronchetti di 1,5 mm di spessore disporre su carta forno e far lievitare per circa 60 minuti.
Infornare a 230° per circa 5 minuti.

Vediamo se riesco a postare la foto:

Foto presa dal web

Cake con salsiccia e salvia (anche questo secondo me troppo buono)

300 g di farina 00 o 0
80 g di farina integrale
3 uova
un dl di latte
un dl di olio
100 g di gruyère grattugiato
100 g di salsiccia spellata
alcune foglie di salvia fresca
1 bustina di lievito istantaneo per salati (pizzaiolo)
sale, pepe

Scaldare il forno a 180°
Tritare la salsiccia con la salvia
Imburrare e infarinare uno stampo da plum cake (io uso lo stampo per muffin con i pirottini di carta, ne vengono 18)
Sbattere le uova con l’olio e il latte. Aggiungere i due tipi di farina, il gruyère grattugiato, la salsiccia con la salvia. Salare, pepare, mescolare e incorporare il lievito.
Versare nello stampo e infornare per 50 minuti (25 circa se minicake)

Allora le domande sono:
Secondo voi per la torta meglio un pds o qualche altra base di sicura riuscita?
Non potendo congelare nulla, c’è qualcosa dei salati che si può cominciare sabato o meglio (come pensavo di fare) preparare tutto domenica (cioè ad es. se le girelle di mozzarella stanno in frigo tutta la notte e l’indomani fino alla cottura, che succede?) Mi ammazzerò o ce la farò?
Mi pare che Moorea ha detto che lei prepara la torta il giorno prima e la lascia in frigo tutta la notte. Io so che la pdz si rovina troppo in frigo, mi giurate che la posso tenere senza che succeda nulla?

Grazie, vi sarò eternamente grata

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
  1. Grazie Madama. Le foto ho provato qualche giorno fa a caricarle nel mio album ma erano troppo grandi e non ho saputo ridurle quindi ho desistito. Ci riproverò. Mi dispiace non aver specificato subito che la foto non era mia ma lì per lì mi sono dimenticata.
    Serata semidisastrosa. Ho fatto un primo tentativo di pan di spagna alternativo senza lievito ma in cottura si è abbassato, eppure era montato benissimo.
    Ora ho in forno un classico pan di spagna (6 uova) cui ho aggiunto un pochino di lievito per il terrore che si sgonfiasse. Solo che è uscito dal bordo (quando tanto e quando niente). Speriamo che tenga.
    Non avevo mai fatto un pan di spagna, sempre torte paradiso e altre basi con lievito per le torte e quindi sapevo di rischiare…Forse se avessi provato senza lievito sarebbe venuti bene questa volta perché avevo montato le uova quasi 20 minuti e mi sembrava guardandolo nella teglia che l’impasto fosse venuto meglio. Comunque, speriamo bene
    Ora è tardi, posso farlo raffreddare tutta la notte sulla gratella o si indurisce? Chissà…

    E’ venuto, certo con l’aiutino. E’ riuscito pure a venire ovale in una teglia rotonda. Eh, questa l’ho studiata a fondo. Non ve l’ho detto perché pensavo di non riuscire, invece ho realizzato l’ovale!!

    E ora come cavolo faccio a farlo tornare tondo?? :grrr

    Poi la parte superiore che era uscita un po’ dal bordo si è un poco afflosciata e fa una specie di tettuccio che dovrò ritagliare.
    Comunque se Dio vuole ho il mio primo pan di spagna.
    Ho deciso di farcirlo con crema chantilly e gocce di cioccolato fondente.

    Ma come lo bagno?

    Poi per la seconda volta mi cimenterò nella pdz.
    Ho comprato gli stampi per le farfalline e per i tondi ma ancora non ho deciso del tutto il disegno. Come in molti altri casi penso che inventerò lì per lì. Spero di farvi vedere domani qualcosa di presentabile.

    Chiudo il monologo con un buonanotte a tutte.

  2. @Carla65 wrote:

    Qual’è la migliore ricetta per il pan di spagna?
    Grazie Madamadorè, francamente non è che ho capito molto bene come si gestiscono le foto. Comunque ci tengo a precisare che la foto inserita l’ho presa dal web, non è farina del mio sacco. Però mi vengono proprio così.

    Per le foto devi caricare la tua foto su un album online. Anche qui su mol ce n’è uno, anzi per mettere le foto qui sarebbe bene usare quello così non si rischia che vadano perse. Qui trovi le spiegazioni per poterlo fare. Se hai difficoltà fai un fischio così magari lo facciamo insieme 😉
    http://www.mammeonline.net/phpBB3/galleria-immagini-di-mol-istruzioni-per-l-uso-t468039.html

    Ho messo sopra la tua, la dicitura “presa dal web”, le foto che postiamo sono tutte di nostri piatti perchè mettere la foto presa dalla rete senza indicarlo sarebbe come appropriarsi di una preparazione che in realtà è di un’altra persona.

    Per quanto riguarda il pds la ricetta classica è questa:
    http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=7852&highlight=pan+di+spagna

    Questi invece sono impasti alternativi secondo me decisamente migliori come consistenza finale rispetto al pds tradizionale.
    Questa ricetta è con il lievito
    http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=79131&highlight=alternativa

    senza lievito
    http://www.mammeonline.net/phpBB3/viewtopic.php?f=141&t=403584

  3. grazie per le ricette, sembrano gustosissime, purtroppo non ti so aiutare…io preparerei il giorno stesso i salati, per paura che diventino gnucchi..

  4. Qual’è la migliore ricetta per il pan di spagna?
    Grazie Madamadorè, francamente non è che ho capito molto bene come si gestiscono le foto. Comunque ci tengo a precisare che la foto inserita l’ho presa dal web, non è farina del mio sacco. Però mi vengono proprio così.

  5. Passo sui consigli perchè le mie amiche han già detto tutto.

    Ti ho corretto la foto, il link che avevi messo non va con URL, ma tra Img 😉

  6. ricordo che io ho congelato una torta intera con tutta la pasta di zucchero. il pds l’ho bagnato un po’ meno di quello che faccio sempre e ho fatto scngelare 4 o 5 ore prima dell’utilizzo in frigorifero… buonissima

  7. Grazie a tutte per i consigli!! Allora mi faccio coraggio e metto la torta in frigo sabato sera. Per i salati rimango ancora in dubbio. Purtroppo come dicevo non posso congelarli perché non ho lo spazio. Semmai devo decidere se preparare qualcosa il giorno prima e poi riscaldare, sennò mi organizzo bene la domenica. Devo solo scalettare le varie preparazioni. Comunque ci rifletto ancora stasera. Cerco di fare le foto e di postare tutto la prossima settimana.
    Grazie ancora.
    Invece, divago un po’, volevo dirvi che ho avuto occasione di cuocere una di queste preparazioni, i cakes salati alla salsiccia e salvia, in un forno professionale perché ho fatto una lezione di cucina a delle bambine in un istituto di suore che hanno una cucina fantasmagorica. Beh! Sono rimasta basita, una cottura che non ha niente a che spartire con quella a cui siamo abituate con i nostri forni ciofeca (che io c’avrei un lofra, anche se a gas, ereditato dal proprietario). 180° per 25 minuti sono diventati nel professionale 165° per 15 minuti e sono lievitati benissimo, un colore che manco si può immaginare in confronto al pallido che viene dal mio forno. Insomma, ecco se avessi un forno professionale sarebbe tutta un’altra storia…..

  8. Grazie per le ricettine rustiche, davvero particolari. Le proverò.
    Per la torta, ti consiglio di farla il venerdì, sia se è un pds, sia che usi la ricetta del ciambellone di Bianca. Non tenerla in frigo, io la tengo avvolta in uno panno di cotone inumidito (non bagnato eh?) e la lascio a temperatura ambiente finchè non la farcisco.
    Ovviamente dopo averla farcita occorre tenerla in frigo. Anch’io ho provato a ricoprirla di pdz il giorno prima e devo dire cha la copertura non mi si è mai mossa, la bagna fatta e messa il giorno prima fa la torta più saporita e gustosa.
    Per i rustici , mi sembra che qualcuna li abbia fatti qualche giorno prima e li ha congelati, tirandoli fuori al momento giusto per scongelarli e ripassandoli poi in forno.
    Se è così, mi sembra che tu abbia tutto il tempo per organizzarti.
    Buon lavoro!

    giorgia

  9. Bellissime ricettine!!!!! Le girelle poi devono essere fantastiche!!!
    Per la torta sono assolutamente d’accordo con Pea. Il pandispagna farcito il giorno prima è buonissimo.
    Per il lievitati va bene come ha detto Mildred, li prepari il sabato e la domenica li passi un attimo al micro e sono come appena sfornati!
    Auguri alla tua donnina!!!!

  10. Ah: grazie per le ricettine!

  11. Per il dolce quoto Pea.

    Io per il salato cuocio il giorno prima poi una volta raffreddato metto in frigo (in sacchetti per congelare ben chiusi) e il giorno stesso dò solo una botta di forno

  12. si si per la torta il pds io lo faccio pure tre giorni prima comunque se la finisci tutta il sabato sera metti in frigo e nessun problema anzi è sicuramente migliore di sapore come dice Pea per il resto sono una zappa quindi prendi tutti gli altri suggerimenti 😉

  13. Anonimo says:

    per la torta quoto tutta pea: le torte assemblate il giorno prima sono veramente molto più buone.
    il pds da usare come base (o il ciambellone o quello che sceglierai) lo puoi preparare tranquillamente il venerdì, avvolgerlo nella pellicola e tenerlo in frigo.

    per i salati passo pure io, soprattutto per quanto riguarda i tempi.
    ti direi di impastare il sabato e lasciare il panetto in frigo, tirare fuori la domenica mattina all’alba e tarda mattina farcire/infornare ma ci son tempi lunghi (50minuti i cake per esempio) e non riesco a regolarmi.

    grazie per le ricette :bacbac:

  14. Belle ricette!!!!!! 😀

    Allora, al torta con la pdz in frigo ce la puoi lasciare tutta la notte. Quindi se la fai sabato e la lasci in frigo per la domenica sei a posto. Certo la pdz diventa un po’ più morbida, ma non si rovina. Io quando riesco lo faccio (spesso però arrivo trafelata a fare tutto all’ultimo secondo). Preparo la torta il giorno prima e poi la lascio in frigo, anzi trovo si compatti meglio con la torta e si amalgamano meglio i sapori.

    Per i lievitati, meglio fatti il giorno stesso, se non puoi congelarli. Quello che puoi fare è preparare gli impasti la sera, tenerli in frigo a lievitare, la mattina presto togli, lasci tornare a temperatura ambiente (almeno 1 ora), poi fai le forme, seconda lievitazione e cuoci.

  15. per me puoi tranquillamente fare il pan di spagna, forse non farei la nuvola nera o altro impasto contenente burro, a me pare che tenendoli in frigo non farciti tendano ad indurire un pò (ma è solo un mio parere), magari poi a temperatura ambiente ritornano perfetti, io in anticipo preparo solo il pds, gli altri li faccio e farcisco in mezza giornata (es: una nuvola nera sfornata alle 8.00 del mattino alle 12.30 era già servita con ripieno – senza bagna – copertura e decorazioni in PDZ)

    ora ti dico quello che penso: la torta fatta il giorno prima e tenuta in frigo è molto molto più buona
    ogni volta mi riprometto di far così almeno per quelle “di casa” (figlio marito ecc) e poi invece arrivo scannata all’ultimo secondo. sabato pomeriggio puoi tranquillamente finirla e metterla in frigo. l’indomani pomeriggio sarà ben assestata, i sapori saranno belli amalgamati. per me non c’è paragone (lo dico ogni volta che rimane un pezzo e lo mangiamo il giorno dopo)
    la PDZ a me non si rovina nel frigo. unica accortezza è di coprire con una campana oppure metterla in frigo con uno scatolo portatorte (magari coperto anche da pellicola) perchè la panna (e forse anche la PDZ) assorbono troppo gli odori del frigo.

    se hai paura che la PDZ non ti regga coprila di panna mettila in frigo e preparati tutte le decorazioni il sabato. la domenica ti rimarrà solo da coprirla e assemblarla.

    per i lievitati io come Molly non sono ferrata. aspettiamo le esperte
    buon lavoro

  16. ma che belle ricette!!!

    per quanto riguarda la base il pds lo puoi sostituire con il ciambellone di bianca, la nuvola nera o la moretta (io per la prossima farò proprio questa).
    puoi farlo tranquillamente anche il venerdì e poi lo conservi in frigo ben avvolto. in alternativa lo puoi anche congelare e passare dal freezer al frigo sabato sera, così domenica mattina lo puoi tagliare e farcire/decorare.
    per i lievitati passo, non sono così esperta da dare consigli!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti