subscribe: Posts | Comments

Il toast alla francese un piatto internazionale dolce e salato

2 comments
Il toast alla francese un piatto internazionale dolce e salato

Il così detto toast alla francese, ha origini molto antiche, risale infatti all’epoca romana e la si trova codificata in uno dei più importanti ricettari del tempo: l’Apicius, meglio conosciuto come il De Re Coquinaria. In questo volume il “nonno” del french toast faceva la sua comparsa con il nome di “aliter dulcia”, un piatto dolce, la cui ricetta originale prevedeva di tagliare il pane raffermo a fette grosse. Una volta rimossa la crosta, il cuoco doveva immergere il pane in una bacinella nella quale era stato sbattuto un uovo assieme ad un po’ di latte, e poi fritti in padella con un pochino d’olio, per condirli infine con abbondante miele.

In Francia, questo piatto iniziò a diffondersi con il nome “pane alla romana” e solamente a partire dal XIV -XV secolo che il french toast fece un salto di qualità entrando di diritto nel ricettario di Taillevent. La ricetta non subì grandi variazioni, se non nel nome, semplicemente venne proposta alla famiglia reale dei Valois che l’apprezzarono particolarmente.

Con il passare dei secoli, la colonizzazione del nuovo mondo ha fatto sì che le ricette come le persone venissero esportate e questa è stata particolarmente apprezzata dal popolo americano e negli Stati Uniti il french toast diventerà un piatto tradizionale della prima colazione.

È a questo punto della storia che avviene la scissione: da una parte si mantiene inalterata la ricetta del “pain perdu” della tradizione francese, dall’altra il piatto viene arricchito di nuovi e gustosi ingredienti: marmellata e riccioli di burro tra le fette di pane imbevute di sciroppo d’acero, miele o melassa.

La versione U.S.A modifica anche il tipo di pane, non viene più usato quello raffermo, bensì quello in cassetta dalla forma quadrata tipica dei toast, ma la base della ricetta è rimasta inalterata: pane intinto in un mix di latte e uova poi cotto in padella.

Nella versione contemporanea, questo piatto si è arricchito anche d’ingredienti salati, in particolare farcito con prosciutto cotto e formaggio e poi fritto in padella… è bello andare alla ricerca della storia di questo piatto, di come sia cambiato o abbia tentato di ritornare alle sue origini e su questa pagina del sito di Président Formaggi abbiamo trovato tante carine informazioni sul toast alla francese.

Il toast alla francese un piatto internazionale dolce e salato

Vediamo adesso la ricetta classica per la quale serve:

  • 4 fette di pane raffermo bianco tagliato a fette di 1 cm
  • 1 uovo
  • 1 bicchiere colmo di latte
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaino di zucchero a velo
  • 20gr di burro
  • 1 cucchiaio di olio di semi

 

In una terrina sbattete l’uovo, aggiungete lo zucchero, la cannella in polvere ed infine il latte. Successivamente intingete bene le fette di pane raffermo nel mix d’ingredienti da entrambi i lati. Nel frattempo, scaldate in una padella antiaderente l’olio di semi ed il burro e adagiatevi le fette di pane, facendole cuocere 90 secondi per lato. Mettete le fette nel piatto e condite con miele o sciroppo d’acero, ma anche marmellata a piacere.

 

La versione salata invece prevede di usare:

  • 4 fette di pane bianco raffermo
  • 1 uovo
  • 1 bicchiere di latte
  • Sale e pepe q.b.
  • Parmigiano grattugiato
  • 20 gr di burro
  • 1 cucchiaio d’olio di semi
  • Fontina e prosciutto cotto per farcire

 

Tagliate il pane a fette di circa un centimetro e se la crosta risulta troppo dura rimuovetela. In una ciotola sbattete l’uovo, unendo sale, pepe, parmigiano grattugiato e latte. Immergete le fette di pane nel mix e lasciatele nella ciotola mentre scaldate la padella con il burro e l’olio.

Fate cuocere a fiamma vivace per un minuto e mezzo per lato o comunque fino a che il pane non si è ben dorato. Una volta cotto un lato, girate e mettete il prosciutto cotto e la fontina a fette in modo che nel frattempo il formaggio si sciolga. Una volta cotto il secondo lato disponete le fette di pane una sopra l’altra nel piatto e servite.
Questi sono i due tipi di french toast nella loro versione più classica, semplici, veloci, sfiziosi e gustosi. Composti sostanzialmente da pochi ingredienti e pochissimi passaggi. Questi particolari “panini” rappresentano un jolly in grado di accontentare tutta la famiglia. Anche i più piccoli impazziscono per questo piatto versatile e nutriente. Potrete decidere quindi di fare la versione dolce per una ricca colazione o per una merenda prelibata, mentre la versione salata può rivelarsi perfetta per un pranzo o una cena veloce. Accompagnato da salse di vario tipo il toast alla francese può assumere un aspetto gourmet: besciamella, salsa alla senape, burro al tartufo o in generale burro aromatizzato alle erbe; lasciate che la fantasia e il gusto personale vi guidino verso la creazione di un toast francese originale e ricercato, in grado di deliziare il palato dei vostri ospiti.

Toast alla francese

Toast alla francese

visto 62 volte

  1. Nonna Papera, fantastica 😀

  2. Pensa che questa fu una delle primissime ricette che ho fatto in vita mia. Ero al mare, avrò avuto 9 anni e la ricetta la trovai sul libro di nonna papera ah ah ah

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti