subscribe: Posts | Comments

Disegni con il cioccolato: un mezzo disastro!

8 comments
Disegni con il cioccolato: un mezzo disastro!

La settimana scorsa mi sono lanciata nella tecnica di disegno con cioccolato colorato così ben spiegata da Dany ma, ahimè, è successo un disastro quando ho cercato di colorare il cioccolato bianco…
Ho fatto sciogliere 2 o 3 quadretti di ciocc. bianco nel micro (pochi secondi) e poi ho aggiunto (al cioccolato bello fluido) il colorante liquido; beh il tutto è diventato un ammasso grumoso.
Ho buttato tutto e riprovato facendo fondere a bagnomaria; risultato: UGUALE AMMASSO GRUMOSO.

Allora ho provato con coloranti naturali (tipo zafferano o succo di fragola); il risultato non è cambiato. Allora, lampo di genio, ho aggiunto una goccia di latte… il cioccolato colorato è tornato fluido, ho colorato la mia Pollon ma poi, anche se messo in frigo non si è più solidificato bene.
Insomma, dove sbaglio????

visto 714 volte

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
  1. Ah ecco!! Pensavo di essere io non in grado di destreggiarmi!
    Per altro, visto che sono una frana con il disegno, la tecnica mi piace assai! Domani vado in un negozio a Mi dove dovrei trovare coloranti in polvere/gel (nei super ho sempre e solo trovato quelli liquidi) e poi ci riprovo.
    Voglio anche provare ad aggiungere qualche goccia di olio…
    Nika, credimi, è trooooooooooooooooppo bello disegnare con il cioccolato!

  2. io ho fatto i primi esperimenti in questi giorni con risultati spesso tremendi con le tue stesse tecniche. Con il micro facevo molta più fatica ad azzeccare tempi e quantità, molto meglio il bagnomaria anche se più brigoso. Mi sono trovata meglio con i colorati liquidi che con quelli in polvere, quando diventava grumoloso aggiungevo poche gocce dell’acqua bollente del pentolino, ma ho buttato un bel po’ di roba. Devo dire che si è solidificato tutto perfettamente, ma lo strato era massiccio.

  3. Hai ragione l’aqua/colorante liquido crea problemi con il cioccolato bianco.
    Avevo accennato alla cosa nella spiegazione della winx-stella, da quello che ho potuto osservare dai miei esperiementi credo sia meglio non usare coloranti liquidi, se proprio non si può farne a meno bisogna centellinare le gocce, infatti per fare i capelli di stella visto che il colorante giallo in gel che avevo non mi dava un bel colore (venivano arancioni) ho ripiegato su dello zafferano diluito, la prima tazza l’ho buttata 😆 una poltiglia crumosa e “spugnosa” allora ho riprovato mettendo pochissime gocce di aqua zafferanata e sebbene meno stendibile dei colori ottenuti coi coloranti in gel, almeno si riusciva ad usarlo 😉

  4. forse dipende anche dalla composizione del cioccolato stesso…
    io avevo sciolto il fondente in un pentolino su fiamma diretta bassissima ed è andato bene. Ho fatto uguale col bianco, un disastro come dici tu coi grumi. ho riprovato a bagnomaria e si è sciolto bene, chissà!
    io ho usato il cioccolato bianco coop

  5. in tv spiegavano (non mi ricordo se da alice o gamberorosso) che in ogni caso per rendere più fluido il cioccolato fuso non bisogna aggiungere cose tipo latte ma GRASSI, quindi olio di semi.

    non ho mai provato, se volete provarci voi cmq sappiatelo 😉
    nello specifico dell’accoppiata cioccolato/coloranti non so perché non mi ci metto proprio in queste cose 😆

  6. io ho ottenuto lo stesso ammasso grumoso quando ho provato a scioglierlo per incioccolatare dei semplici biscottini di frolla a natale. E non ho risolto con nulla, nè aggiungendo panna, nè latte.

  7. non ti so aiutare, ma ti sono vicina col pensiero… 😉

  8. Ah, con il cioccolato bianco è sempre un mezzo disastro…devi mettere molto poco colorante liquido, piuttosto usare tanto cioccolato e poco colorante sennò, come hai visto anche tu, ti si raggruma tutto….io per fare un barbapapà (piccolo) rosa avevo usato una cosa tipo 2 tavolette di cioccolato :rrofl:
    Infatti ne ho ancora un po’ in frigo, di quello avanzato 😉

    L’aggiunta del latte credo sia quello che non lo fa rassodare in frigo 😕

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti