subscribe: Posts | Comments

Cornetti di Luca Montersino

17 comments
Cornetti di Luca Montersino

Ho messo su la pasta base. Domani li sfoglio e li taglio

http://www.alice.tv/Blog/lucamontersino/?tag=/pasta+brioches

Croissant a colazione
Posted by luca montersino

Per quelli di voi che avessero perso qualche passaggio dei miei croissant sfogliati, ripropongo la ricetta qui sul blog e vi ricordo che la puntata andrà di nuovo in onda su Alice domenica 20 alle ore 22.30.Buona colazione a tutti!

Ingredienti:
Per il lievitino:
225 g di acqua
500 g di farina
70 g di lievito di birra
Per l’impasto:
1 kg di farina 00
300 g di zucchero semolato
40 g di malto in polvere
150 g di burro
450 g di uova intere
300 gi di latte fresco intero
30 g di sale
Per le pieghe
750 g di burro

Preparazione:
Impastate il lievitino senza farlo lavorare troppo, mettete la pasta in un contenitore con dell’acqua a temperatura ambiente e lasciate fermentare fino a quando la pasta sale a galla (circa 10 minuti).
Quando l’impasto è venuto a galla, mettetelo nell’impastatrice con gli altri ingredienti, tranne il burro che andrà messo dopo che si e formata la trama glutinica (cioè quando la pasta risulta essere liscia ed elastica) ed il sale, che andrà messo alla fine. Impastate nuovamente fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, quindi riponete la pasta per 10/12 ore in frigorifero.
Trascorso tale tempo stendete la pasta in un foglio rettangolare spesso circa 2 cm, disponete nel centro della pasta il burro a temperatura ambiente, chiudete la pasta sopra ilburro, stendete nuovamente e piegate in tre; lasciate riposare la pasta per 30 minuti in frigo, dopo di che stendete e piegate di nuovo in tre, poi dopo un altro riposo di 30 minuti in frigorifero procedete con l’ultima piega a tre.
A questo punto fate raffreddare e riposare bene la pasta in frigorifero, quindi stendetela con il mattarello fino allo spessore di 3 mm. Ricavate dei triangoli di pasta, arrotolateli per ottenere il croissant.
Mettete sulle teglie con la carta da forno, fate lievitare in ambiente tiepido (30 C) per 2 ore circa, quindi infornate a 180 C per 15 minuti. A fine cottura, fate raffreddare e farcite con crema pasticcera e spolverare con zucchero a velo.

ECCOLI PRONTI, Pains au chocolate & cornetti appena sfornati

Pains au chocolate & cornetti

Pains au chocolate & cornetti

Buonissimi, sofficissimi, l’unico “difetto” se così si può chiamare è che li ho fatti apparentemente piccoli, messi a lievitare in forno tiepido su una placca da forno che mi pareva giusta, invece erano TROPPI e cuocendo sono lievitati ancora MOLTO e cresciuti in dimensione almeno di tre volte quindi si sono tutti “attaccati” e schiacciati un po’ assieme… col risultato di aver ottenuto dei cornetti un po’ quadrangolari 

I cornetti li ho riempiti con il siringone di confettura di albicocche mio figlio ha gradito molto, se ne è slappato uno a merenda e uno dopo cena!!!!

visto 1272 volte

  1. oh che libidine che sembrano!
    Ma perchè mi fate vedere certe cose?? Perchè mi fate venire certe voglie???? :giu:

  2. :***: ma perchè a voi vengono sti cornetti strepitosi e ame invece vengono sempre una ciofeca uffaaaa!!!!
    comunque sono di una goduria unica erano invitanti attraverso lo schermo figuriamoci dal “vivo”!!!!!!

  3. bellissimi AYA, sì l’aspetto è un po’ squadrato, come quando io faccio le cinnamon rolls che mi vengono sempre superlievitate e s’attaccano. Ma son buone lo stesso!

  4. Macchenesò….sono BUONI e sono contenta lux!!
    Ammetto che poi anche io trovo certe brioches ingiro che :silly: :silly: :silly:

  5. ma sono meglio di quelli che compri al panificio? perche’ qui su pain au chocolat etc direi che se la cavano piuttosto bene…

  6. Ludo aspetta….ne ho cotti un terzo, gli altri li ho surgelati appena modellati 😉 in effetti erano tanti!!!!

    La ricetta è fattibilissima, con la MDP ho messo su l’impasto il gg prima, una notte in frigo, e il gg dopo avevo la mattina libera e ho provveduto a sfogliare e imburrare far riposare in frigo tagliare cuocere etc etc….roba di un paio d’ore al max, mentre lavoravo al computer 😉

  7. Mi sono letta bene la ricetta. Laboriosa ma non (sembra) difficile.
    Mi chiedevo solo: ma tu hai fatto quelle dosi? Perchè con quelle dosi mi dà l’idea ci verranno una 50ina di cornetti. O no?

  8. Sono bellissimi, l’aspetto è divino, potessi assaggiarne uno sarei una donna felice.

  9. sto sbavando!!!!! :silly:

  10. Bellissimi!
    Anche a me capita così spesso, ad esempio coi panini: mi sembra di averli messi ad una distanza sufficiente, penso che non gonfieranno così tanto… e invece lo fanno e si appiccicano tra loro! Comunque appiccicati o meno devono essere buonissimi!

  11. Io accendo il forno ed ESCO in terrazzo 😆 così evito di stare troppo nelle vicinanze del calore…si anche da noi è bello caldo, per fortuna la ns cucina è aperta col soggiorno, circola molta aria grazie alla porta-finestra del terrazzo e non si soffre più di tanto a cucinare.

    Allora rispondo a Titti: il burro l’ho lasciato fuori ad ammorbidire un’oretta, poi ho tirato un pò la pasta col mattarello e ce l’ho spatasciato sopra per bene spalmandolo con una spatola, fino a coprirla con lo strato burroso (io ne ho messo meno però…200 gr circa, di più mi sentivo male!). Poi ho piegato da una parte, e dall’altra. In tre appunto. Ecco la piega a tre., che poi è una sorta di saccottino gigante 😆
    Messo in frigo per 30 min a rassodare bene, tirato fuori, risteso un pò, ripiegato di nuovo.
    Poi di nuovo frigo, e poi passata alla fase finale di stesura e taglio.
    Sono davvero buoni 😉

  12. Non centra nulla: ma solo da me si sta bene? Dormiamo ancora col piumino (leggero eh) e il forno non costa nulla accenderlo!

  13. infatti, con sto caldo… io non accendo il forno dal compleanno di mio figlio (fine maggio) in cui ho sfornato di tutto, ma ora NO NO NO
    però son curiosa di vederli, i tuoi cornetti
    e mi dici com’è la piega a tre? come si fa a far amalgamare un panetto di burro intero senza pasticciare per bene ma solo facendo delle pieghe?

  14. mi pare un epopea, stt. con questo caldo…
    chapeau per il coraggio…

  15. pure io 😀

  16. Aspetto il risultato. Gnam!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti