subscribe: Posts | Comments

Cappon magro mignon

4 comments
Cappon magro mignon

Quest’anno, essendomi toccato l’onore e l’onere della cena della Vigilia, ho deciso di preparare il più classico degli antipasti natalizi genovesi, il cappon magro.
Siccome però preparare la versione originale è un inferno in terra (qualche volta l’ho fatto e credo di averlo anche postato qui, ma è una lavorata di un giorno e mezzo) ho pensato di provare a farne una versione più light, in porzione singola da presentare già nei piatti. E siccome il risultato, a quanto pare, è stato molto apprezzato dagli ospiti, lo metto qui 🙂

INGREDIENTI (per 6 persone)
-Una gallinella (il pesce eh 😆 ) da circa 1 kg. Si può usare qualsiasi altro pesce bianco: orata, branzino, anche del semplice nasello. Ma dev’essere pesce bianco: salmone, tonno, pesce spada o similari non vanno bene.
-12 bei gamberi
-Due patate
-Due carote
-Due manciate di fagiolini verdi
-Pancarrè
-Aceto bianco
-Olio EVO
-Limone

Per la salsa verde:
-Un mazzetto grosso di prezzemolo
-Due tuorli d’uovo sodi
-Tre o quattro acciughe sotto sale, dissalate, oppure sott’olio
-mezzo spicchio d’aglio
-due manciate di pinoli
-un manciata di capperi sotto sale, dissalati
-tre o quattro olive verdi
-una fetta di pancarrè o la mollica di un panino, ammollata nell’aceto e strizzata
-Olio EVO e sale qb

Preparate la salsa verde frullando insieme a crema tutti gli ingredienti, aggiustatela di sale (occhio che ci sono già i capperi e le acciughe) e lasciatela riposare qualche ora per amalgamare i sapori.
Cuocete a vapore il pesce, i gamberi e tutte le verdure, separatamente.
Lasciateli raffreddare, puliteli, tagliare tutto a fettine o pezzettini e conditeli, sempre separatamente, con sale, olio e un goccio di limone.
Foderate con pellicola trasparente sei stampini da budino.
Iniziate a stratificare gli ingredienti partendo dalle carote, alternando il pesce e le verdure e condendo ogni strato con un pochino di salsa verde. Lasciate da parte solo i gamberi.
Chiudete ogni stampino con una fetta rotonda di pan carrè spruzzata leggermente d’aceto, sigillate con la pellicola e lasciate riposare in frigo qualche ora, possibilmente ponendo dei pesi sulle fette di pancarrè in modo da compattare bene i capponcini.
Al momento di servire capovolgete gli stampini nei piatti, sformate i capponcini ed eliminate delicatamente la pellicola. Guarnite ogni piatto con due gamberi, qualche rondella di carota e un cucchiaio di salsa verde e portate in tavola.

Cappon magro mignon

Cappon magro mignon

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
  1. bella ricetta, mi piace molto anche come è apparecchiata la tavola.

  2. che bella ricettina! mi piace proprio!

  3. azz..me lo mangerei all’istante :mrgreen: …bella ricettina, mi pare pure fattibile, da copiare grazie 😉 ..ma il cappone è la carne di solito? :grat:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti