subscribe: Posts | Comments

Antipasti di mare

21 comments
Antipasti di mare

Antipasti di mare. Tra qualche settimana ho degli ospiti a cena, avrei deciso di fare tutto a base di pesce e ho partorito alcune idee: impepata di cozze, tagliatelle all’uovo allo scoglio, persico al forno, precedentemente marinato nello yogurt.

Vorrei provare a fare anche qualche antipastino, per carità di ricette ne ho trovate, ma avrei bisogno di qualche consiglio da chi ha esperienza in merito. Vorrei poter preparare qualcosa con anticipo, per non ammazzarmi di fatica e di ansia quel giorno e.. lo dico? Lo dico: potrei, ehm, preparare qualche antipasto da, ehm, ehm… congelare??? (L’ho detta!)
Sono graditi consigli anche per un’ottima impepata di cozze.

Antipasti di mare

Anche se la cena-pranzo è stata rimandata, ho cucinato ugualmente il pesce che avevo preventivato per famiglia e cognato.
Due foto degli antipasti:

Antipasti di mare

Antipasti di mare

insalata di polipo, vongole in guazzetto, salsa rosa

Antipasti di mare

Antipasti di mare

capesante gratinate

Ho anche preparato spaghetti, fatti in casa, con crostacei e mazzancolle
e persico in crosta di patate al forno ma…il marito non ha fotografato perchè troppo impegnato a “magnare”!!

visto 160 volte

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
  1. Sei stata bravissima! Io invece con il pesce non mi lancio mai, è gia tanto che ho fatto i semplici involtini di lilla :mrgreen:

  2. grazie, è stata davvero una soddisfazione in quanto ho poca esperienza nel cucinare il pesce

  3. Mamma mia che bei piatti che hai fatto soeci.

  4. uppo x le foto

  5. E’ vero, très chic e buonissimo.
    Che gusto e che profumo delizioso!
    Grazie della ricetta 🙂

  6. Anonimo says:

    @lux wrote:

    mamma mia ely, sei una paladina della cucina lombarda-milanese!
    -l.

    La adoro. Pensa che mia nonna, milanese fino al midollo – nata in via Marghera – usava solo il burro per cucinare. Con ‘olio condiva esclusivamente l’insalata.

  7. mamma mia ely, sei una paladina della cucina lombarda-milanese!
    -l.

  8. Anonimo says:

    @soeci wrote:

    Ely il risotto è sicuramente una bella idea ma, visto che ho cambiato i miei programmi e la cena è diventata pranzo, mi piacerebbe fare un menù completo con antipasti, primo e secondo. Non vorrei, insomma, concludere con il risotto 🙂

    Ma il risotto col persico è primo e secondo insieme. Tra l’altro è un piatto oltre che delizioso tres chic.

    Ti lascio la ricetta, pensaci:

    Per 6 persone – FILETTI DI PESCE PERSICO: 800 g
    – BURRO: 100 g
    – FARINA BIANCA: 2 cucchiai, 25 g
    – SALVIA: 12 foglie, 10 g
    – RISO: 500 g
    – BRODO VEGETALE: 1,5 litri
    – CIPOLLA: 1, 40 g
    – VINO BIANCO SECCO: 1/2 bicchiere
    – SALE: q.b

    Questa ricetta lariana rappresenta una tipica sintesi dell’integrazione di risorse locali (il pesce) e sapere gastronomico regionale (il risotto): il risultato è un piatto ricco, entrato nell’uso della ristorazione più “alta”. Il Pesce Persico (un po’ come il lavarello), con carne morbida e delicata, è una preda ambita dai pescatori, non solo nel lago di Como ma anche nel Ceresio e in tutti i laghetti brianzoli. E’ un pesce prelibato per la sua carne morbida. Un vino bianco secco, meglio se con una vena acidula (fra i vini lombardi, il Franciacorta bianco) rappresenta la combinazione ideale.

    Preparazione Per il risotto: Tritare la cipolla finemente e rosolarla in una casseruola con 40 g di burro; aggiungere il riso, mescolare e, quando è ben caldo, versare il vino, lasciandolo evaporare, sempre rimestando con un cucchiaio di legno; (nel frattempo) preparare un brodo vegetale bollente o un court-bouillon di pesce Aggiungere il brodo con un mestolo, poco alla volta, continuando a rimestare; portare a termine la cottura nel tempo necessario (15-20 minuti).
    Per i filetti di pesce persico: nel frattempo rosolare una parte della salvia in una parte del burro rimanente (40 g); infarinare in un piatto i filetti di pesce persico; friggerli con burro in una padella fino a colore dorato; estrarre i filetti e tenerli in caldo; a cottura ultimata del riso, adagiarlo su un piatto da portata e disporvi i filetti a corona; riscaldare un po’ di burro (20 g) con il resto della salvia eversare sopra il risotto; servire ben caldo.
    .

  9. Ely il risotto è sicuramente una bella idea ma, visto che ho cambiato i miei programmi e la cena è diventata pranzo, mi piacerebbe fare un menù completo con antipasti, primo e secondo. Non vorrei, insomma, concludere con il risotto 🙂

  10. Anonimo says:

    perchè invece che tagliatelle e pesce al forno non fai tutt’uno?

    L’ottimo risotto col persico è una bella idea…

  11. i classici gamberetti in salsa rosa.
    i gamberetti li prepari il gg prima, basta solo sbollenarli in acqua e poi pulirli, il gg dopo gli aggiungi la salsa rosa (io onestamente la compro già fatta, oppure la faccio mischiando ketchup e maionese 🙂 )

  12. Grazie Molly, quante idee!!
    Le tagliatelle condite con pesce?
    Eppure in qualche ristorante le hanno fatte.
    Cambio formato
    Grazie!

  13. ciao, io al posto delle tagliatelle all’uovo che con il pesce nn vedo molto bene opterei per dei tagliolini molto sottili (sempre all’uovo se ti va) oppure per degli spaghetti o delle linguine di grano duro.

    come antipasto ti suggerisco anch’io:

    insalata di polipo (lessi un grosso polipo, quando è freddo lo tagli a pezzetti e lo condisci con verdure crude – peperoni, carote, sedano, olive). – puoi prepararla anche il giorno prima

    polenta e schie (in pescheria vendono delle vaschette di mini-gamberetti già sgusciati e cotti. li metti a marinare qualche ora con olio evo, poco prezzemolo e se ti va uno spicchio d’aglio. all’ultimo momento prepari una polentina istantanea molto cremosa, ne metti un mestolino sul piattino e sopra un cucchiaio di questi gamberetti.)

    capesante al forno: metti a cuocere le capesante (già pulite) nel loro guscio con sopra un cucchiaio di olio evo, un goccio di brandy e una grattata di pepe. servi con dei crostini di pane carrè che serviranno per fare scarpetta.

    insalata di gamberetti o mazzancolle lessi con carciofi (la parte tenera, eliminando le foglie esterne più dure)

    mazzancolle alla busera con polentina

    cicale di mare, moscardini, latticini lessi

    potresti proporre anche dei crostini con salsa tonnata, baccalà mantecato, alici sott’olio.

  14. Grazie a tutte! Ora sto analizzando le varie proposte 😀
    Poi passerò alla fase operativa!!
    Grazie grazie 😉

  15. le alici marinate puoi farle anche 2 giorni prima: le pulisci bene (togli tutto, testa e spina dorsale, lascia solo la coda) le lavi e le metti a marinare nel limone o nell’aceto (bianco) per qualche ora.
    poi le sciacquibene (se no sanno troppo di aceto o limone) le fai sgocciolare e le metti a strati in una ciotola con poco prezzemolo, poco aglio e poco peperoncino, copri d’olio e metti in frigo.
    ti dirò che mangiate il giorno dopo sono addirittura meglio.
    credo che tu possa fare lo stesso con il carpaccio di salmone e di pesce spada, qui nei ristoranti si trova spesso come antipasto questo “trittico marinato”

    Rolla

  16. Un altro antipasto molto veloce da preparare, coreografico e che piace molto sono le capesante gratinate.
    Togli i molluschi dalla conchiglia, li lavi bene dalla sabbia, togli la parte dura (si lasciano la parte bianca e il corallo) e li rimetti nella conchiglia, unta con un filo d’olio. Li sali leggermente e li copri con uno strato di impanatura fatta con pangrattato, pinoli, parmigiano, origano e pepe, tutto passato nel mixer. Altro filo d’olio, e si passano in forno ben caldo a 200° per una decina di minuti. Quando l’impanatura è ben gratinata sono pronti e si possono portare in tavola nelle loro conchiglie.

  17. @soeci wrote:

    Grazie, ma potreste darmi i link di questi antipastini?
    Madama, mi parli della dispensa, ma da qualche parte ho letto che è ancora “in disordine”, ora provo a vedere, grazie!!
    Sì, lucy, è vero, è un peccato congelare!!

    La crema di merluzzo mi sembra di averla già sistemata

  18. Le acciughe impanate.
    Le fai, le congeli su dei vassoi, quando sono belle dure le stivi dentro i tupperware.
    Quando ti servono le friggi ancora surgelate: ci vuole un attimo (l’acciuga spinata e aperta è sottile, in un minuto è pronta) e come antipasto sono perfette.

  19. Grazie, ma potreste darmi i link di questi antipastini?
    Madama, mi parli della dispensa, ma da qualche parte ho letto che è ancora “in disordine”, ora provo a vedere, grazie!!
    Sì, lucy, è vero, è un peccato congelare!!

  20. fagiolini e gamberetti li puoi preparare la sera prima

  21. l’insalata di polpo che io feci per natale l’ho fatta il giorno prima, la torta al salmone che faccio sempre idem.
    In dispensa (mi sembra sia anche tra le ricette già sistemate) c’è una crema di merluzzo postata da moorea, anche quella la fai in anticipo.
    Io però eviterei di congelare, spendi un sacco per il pesce fresco e poi congeli?
    meglio di no

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti