subscribe: Posts | Comments

emiliane, aiuto per la piadina

24 comments
emiliane, aiuto per la piadina

Allora le ricette che ho trovato in rete parlano tutte di piadine da stendere col mattarello… ma quando mio marito era piccolo, coi suoi passava tornando dal campeggio in un baracchino (che adesso non abbiamo più trovato), dove c’era una adorabile vecchietta che preparava le piadine… ma il suo impasto era piuttosto liquido infatti usava una specie di mestolo.

Qualcuna ha la ricetta della piadina fatta con impasto morbido?

piadina

piadina

  1. Massimo Marconi says:

    Ho mangiato per la prima volta la piadina nell’estate del 1973 a Ravenna, davanti al campeggio Piomboni. In strada c’era una vecchina che la faceva su un fornelletto a legna, prendendo con un mestolo un impasto piuttosto liquido che stendeva con una spatola sopra il fornello, proprio come le crêpes. Poi la vendeva “vergine” oppure con prosciutto e squacquarone.
    Non ne ho mai mangiate di più buone.
    Negli anni ‘60, quando andavo in Romagna, non c’erano baracchini e non ricordo che venissero vendute. Noi ragazzi, sempre affamati e a corto di soldi, ne avremmo mangiate a bizzeffe.
    Tempo dopo, verso fine anni ‘80, siamo tornati sulla Riviera Romagnola, dove intanto era scoppia il boom delle piadine e piadinerie, che però erano fatte con l’impasto è tirate con il matterello. Buone, ma nemmeno paragonabili a quelle della vecchina. Avevo chiesto come mai non venivano più fatte con l’impasto liquido e mi avevo risposto che era stato proibito per motivi d’igiene.
    Ah, dimenticavo: non sono rimbambito. Della “piada liquida” si ricordano perfettamente anche i miei figli. D’altra parte, come si sarebbe potuta cuocere una piadina “tipo pizza” a bordo strada senza il forno?

    • Che bellissimo ricordo che hai condiviso, grazie 🙂 Tante cose buone abbiamo perso per strada, seguendo il tema “igienico” e sicuramente è giusto così, visto quanto accade nel mondo dove le regole igieniche non sono così stringenti.
      Però ci resta la malinconia delle cose perdute tra cui, probabilmente, anche la nostra giovinezza (parlo per me, naturalmente :-)))

  2. @elenalugo wrote:

    Sai che secondo me tuo marito mangiva le MISTUCHINE
    piadinozzi di farina di castagne e farina raffinata
    che si colano (pastella liquida) sul testo
    e si servon come la piadina (assolutamente NON a strice, la piada è tonda e si serve a mezzaluna se imbottita o quarti se no)

    oppure la vecchietta veniva dalle colline e faceva le piadine come faceva le mistuchine, ma solo con farina bianca :uaz:

    può darsi che si ricordino male, quello che mi perplime è che si ricordano tutti la stessa cosa… questa specia di impasto consistenza delle crepe…

  3. bianca267 says:

    @susanna_a wrote:

    Biscotto>>> ma come hai tirato giù il camino? Ucciderei per un camino!

    anch’io l’ho tolto, due anni fa, dalla cucina
    😳

  4. elenalugo says:

    Sai che secondo me tuo marito mangiva le MISTUCHINE
    piadinozzi di farina di castagne e farina raffinata
    che si colano (pastella liquida) sul testo
    e si servon come la piadina (assolutamente NON a strice, la piada è tonda e si serve a mezzaluna se imbottita o quarti se no)

    Pea.
    non ho la mia ricetta
    io impasto
    mezzo kg di farina con un po di olio, sale ed acqua (la mia piadine è tipo riminese, quindi azzima) tanto quanto serve per avere un impasto molto elastico………..
    non ti son stata di aiuto eh…..

  5. io di liquida gli faccio solo quella di grano saraceno.
    Vorrà dire che quella standard o gliela tiro col mattarello o me ne inventerò una versione più liquida.

  6. flitzer says:

    Romagnola doc purosangue, la piadina liquida non esiste, si tira con il matterello 😉

  7. @elenalugo wrote:

    romagnola doc
    la tiro col mattarello

    anch’io romagnola ma non doc perchè non l’ho mai fatta…la lascio
    fare alla mamma o la prendo nei baracchini!

    Ah dimenticavo….sicurissima anch’io che si tira col mattarello 😀

  8. kalinka era una battuta..spero che non ti sia offesa.. :giu:

  9. @susanna_a wrote:

    Biscotto>>> ma come hai tirato giù il camino? Ucciderei per un camino!

    anche mia mamma l’aveva e l’ha levato… il camino sporca in giro, a meno che non sia un termocamino che ha il vetro davanti!

    avevamo anche il termocamino,ma non scaldava,era in un punto sfortunatissimo,mi è dispiaciuto molto,perchè è la cosa che ho trovato in questa casa che mi ha fatto decidere di venirci a vivere,tutto costruito a mano in pietra di Borgio verezzi,una pietra rosa che non si estrae da molti anni… :***:

    ma ora è un’altra vita!!tutto più ordinato e pulito e tra un paio di settimane arriverà il divano angolare che ci farà vivere dei momenti di intimità famigliare che ci mancavano :love ,non parlo di sesso è…ma proprio di star su un divano e guardare i bimbi che giocano sul tappeto o con noi sul divano :love ,prima era impensabile 😀

    ora c’è una stufa antica in ghisa,e non ci sta neppure male 😉

  10. susanna_a says:

    Biscotto>>> ma come hai tirato giù il camino? Ucciderei per un camino!

  11. biscotto says:

    @skiver wrote:

    Sicurissimo. Non era a strisce e si trovavano in Emilia Romagna, al campeggio dell’Alfa Romeo. Zona Cervia, sarà stato 35-40 anni fa.

    a strisce si mangia nei ristoranti…

    dal suocero strappiamo con le mani :uaz:

  12. @elenalugo wrote:

    romagnola doc
    la tiro col mattarello

    “caccia” la tua ricetta và 😀 che la padella di ghisa per le piade ce l’ho!
    me l’ha portata un’amica di Rimini 😉

  13. Sicurissimo. Non era a strisce e si trovavano in Emilia Romagna, al campeggio dell’Alfa Romeo. Zona Cervia, sarà stato 35-40 anni fa.

  14. biscotto says:

    @skiver wrote:

    Probabilmente signora faceva proprio una specie di piadina nel testo di terracotta…

    era rotonda e con stracchino e prosciutto

    sicuro…

    http://www.bagnonemia.com/Testaroli/Testaroli_documento.htm

  15. Probabilmente signora faceva proprio una specie di piadina nel testo di terracotta…

    era rotonda e con stracchino e prosciutto

  16. biscotto says:

    @skiver wrote:

    non so, ha chiesto anche ai suoi e tutti si ricordano che le versava…

    secondo me lui li confonde con i testaroli…io ho le ciottoline originali in terracotta,sono antichissime,me le regalo’ mio suocero,ora che ho tirato giù il camino…non potrò più farli :***:

    http://passodellacisa.blogspot.com/2009/03/panigacci-e-testaroli-importante.html

  17. non so, ha chiesto anche ai suoi e tutti si ricordano che le versava…

  18. ALESSANDRA66 says:

    Concordo con le altre! Due anni fa sono stata a Cervia e devo dire che parecchi baracchini facevano sia piade che crepes; forse si confonde davvero…

  19. Kalinka67 says:

    Milanese sì, ma scema no. La piadina in Romagna l’ho sempre vista tirata col mattarello. Non so che cosa possa essere una così liquida, sinceramente… magari un’altra ricetta? Mumble mumble…

  20. figlia di romagnolo a rapporto..mia mamma la fà quasi tutti i sabati..rigorosamente tirata con il mattarello…
    liquida mai vista…sarà la piadina per i milanesi? :rrofl: :rrofl:

  21. cavallettale says:

    Mi sa che tuo marito ricorda male (oh! poi ci stà tutto), non è che mangiava le crepes?

  22. elenalugo says:

    romagnola doc
    la tiro col mattarello

  23. tataenela says:

    emiliana con qualche goccia di sangue romagnolo, ma le ho sempre viste stendere con il mattarello 😕
    mi spiace… magari provo asentireun amico di Cattolica 😉 forse lui lo sa

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine