subscribe: Posts | Comments

Omelette giapponese – Tamagoyaki

0 comments
Omelette giapponese – Tamagoyaki

Omelette giapponese – tamagoyaki. Le omelettes sono molto usate in Giappone, sia da sole che come guarnizione di piatti vari -soprattutto di riso o spaghetti- e come ingrediente per un tipo di sushi, il tamagosushi (tamago vuol dire uovo: ve lo ricordate il Tamagotchi?).

Sono un po’ diverse dalle nostre omelettes: primo, perché sono un po’ dolci, e secondariamente perché vengono preparate in un modo che permette di ottenere dei rotoli, che poi vengono tagliati a fettine.

Omelette giapponese – Tamagoyaki

Ingredienti, per una omelette giapponese o tamagoyaki:

  • Tre uova grandi
  • Un cucchiaio di salsa di soia
  • Un cucchiaio di zucchero
  • Olio di semi (che non vi venga in mente di usare l’olio d’oliva, per carità: è troppo saporito)

Sbattete le uova con la soia e lo zucchero finchè quest’ultimo non è sciolto. A costo di fare la sborona, vi do un suggerimento: per sbattere usate le bacchette, è il modo migliore  😉

Omelette giapponese - Tamagoyaki

Ungete leggermente di olio una padella antiaderente piccola (ci vorrebbe la padella apposta che è rettangolare, ma voi usatene una qualunque) e versatevi un terzo del composto di uova.

Appena si rapprende, con una paletta arrotolate l’omelette su se stessa.

Versate un altro terzo di uova e sollevate l’omelette già rappresa, in modo che quella nuova si formi anche sotto la prima.

Omelette giapponese - Tamagoyaki

Arrotolate di nuovo l’omelette, ma nell’altro senso. Ripetete l’operazione con l’ultimo terzo di uova. Arrotolate ancora: otterrete un rotolino a più strati, abbastanza spesso. Trasferitelo su un piatto, copritelo con un po’ di pellicola trasparente e poi con un altro piatto, su cui poserete un peso in modo da rendere l’omelette bella compatta.

Lasciatela riposare fino al momento di servirla, quindi tagliatela l’omelette giapponese – Tamagoyaki a fettine regolari.

 

Omelette giapponese - Tamagoyaki

 

visto 547 volte

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti