subscribe: Posts | Comments

Mamma, facciamo una torta per il papà?

53 comments
Mamma, facciamo una torta per il papà?

Mamma, facciamo una torta per il papà? … Tenendo conto che per il suo compleanno a luglio la torta era bruciata, io ho risposto candidamente “ma certo!”. E questo è stato un errore fondamentale.

Dopo consultazione di ennemila ricettari, decidiamo per la crostata ai frutti di bosco. venerdì al supermercato recupero l’occorrente e domenica mattina parto nell’impresa.

Prendo la ricetta della frolla su gz, con unica variazione la sostituzione del burro all’olio. La frolla viene bella compatta… non si sbriciola e questo basta a mandarmi in esaltazione.
Allora faccio le cose con i sacri crismi, spiano bene bene col matterello, ritaglio una base tonda e faccio un bordino delicato e regolare come una perfetta massaia. bucherello allegramente con la forchetta (di solito schiaffo la pasta nella teglia e spiano alla come viene viene)
Metto in forno: 25 minuti a 180° .

Dopo 15 minuti il centro della crostata si è trasformato in un vulcano pronto ad eruttare.  ‘sta pancia sempre più gonfia incomincia anche a colorarsi con un’effetto biscotto secco… shock!
Inizio ad andare in panico nel valutare le diverse possibilità.
Meglio:

1. bruciata, ma cotta
2. dorata, ma cruda
3. schiacciata piatta ma rotta
4. tonda, ma con l’effetto scivolo per la frutta…

????

Mamma, facciamo una torta per il papà?

Abbasso un pelo la temperatura del forno e seguo con apprensione controllando a vista l’orologio coi minuti che non passano.
Alla fine non resisto più, lo stress è alla stelle, la tolgo prima del tempo, come sarà, sarà.
Ormai è fatta, ma mi resta l’altro problema: ho un biscotto secco con la gobba, allora senza pensarci un attimo appoggio le mani sopra e schiaccio.

Mi ustiono, ma la belva cede e si abbassa senza troppe crepe.

Ora preparo la crema pasticciera.
Leggo: 4 uova, 4 cucchiai zucchero, 3 fecola, buccia di limone, 500 ml di latte a temperatura ambiente. Siccome non mi faccio scoraggiare faccio tutto per benino… La crema rassoda e mi ricompare un sorrisetto beota, della serie sono così avanti in cucina che riesco ad aggiustare anche gli errori.. :aris

Telefono a mia mamma che mi suggerisce di mettere la crema ancora calda (se è bella soda) sulla frolla, per aiutare a smollare un pochino la base.
Prendo il pentolino e la crema si è smollata: NOOOOOOOOOO!!!!!
Ora cosa faccio? Ideona! la rimetto un minuto sul fuoco così si riaddensa.

Detto fatto… mescola che ti rimescola la crema pasticciera si è trasformata in frittattona. Credo di essere il primo caso umano che ha fatto impazzire una crema. (piango)
Butto via tutto e riparto.
Già butto via, ma dove?
Ormai isterica costringo figlio e marito a bere una bottiglia d’acqua perché mi serve la plastica come contenitore.

Finalmente ho il vuoto, metto l’imbuto, e blob: metà della cremafrittata mi finisce tra piano di lavoro e fornello. Si era infatti creata una crosta sulla superficie che ha solidificato parte del blob producendo il versamento.
Cristono in aramaico.
E ripulisco alla meno peggio.

Per fortuna ho altre 4 uova. Non mi pongo il problema del perché si sia smollata e rifaccio la crema paro paro. Appena pronta e soda la piazzo sulla base di frolla: è perfetta!

Prendo la frutta: vaschetta di fragole: praticamente tutte ammuffite. Vaschetta di lamponi: mezzi ammaccati.  Vaschetta more: integre. 😉
Maledico il supermercato e la catena del freddo, e trasformo la crostata di frutti di bosco in crostata di pesche e more con qualche lampone.

Siamo quasi alla fine… mi manca il gel trasparente… recupero l’ultimo pentolino utile e preparo la mistura.
Tengo duro, forza mi dico, questa non può fare scherzi..
Ed infatti viene bene (colpo di scena! Vi aspettavate il macello vero?). Spennello e metto in frigo.

Finalmente.

Ho la cucina che sembra un campo dopo l’invasione turca, ma la torta è pronta e nel pomeriggio la mangeremo per merenda.

Più tardi…
Prendo un passito di salaparuta per trincare al momento. (Epico).
Mio marito taglia la torta faticando un poco sulla base, (ma lo sapevo, diciamo che ho fatto una frolla biscottata), ma (c’è sempre un ma!) la crema incomincia a trasformarsi in un fiume in piena che trascina a valle la frutta come detriti alla deriva.. [piango] è diventata liquida (come la prima) e tracima dal piatto. [sono incazzata]
Vorrei piangere, ma decido che mi consolerò col vino.

Ed ora il perché di questo post: se chiedo ancora consigli per una torta, voi mi dissuadete vero???

Mamma, facciamo una torta per il papà?

Mamma, facciamo una torta per il papà?

visto 1196 volte

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Mamma, facciamo una torta per il papà?, 10.0 out of 10 based on 1 rating
  1. Geg mi fai troppo morire!!!!! :aris :aris

    Io la pellicola l’ho sempre messa e mai mi sono posta il problema di come reagisse la pellicola a contatto con la crema bollente 😳 ma adesso lux ha istantaneamente fugato ogni dubbio sollevato e sono tranquilla come prima 😉

  2. @lux wrote:

    uno delle cose belle che trovo in questo forum e’ proprio il fatto di poter porre delle domande “terra terra”, e di poter condividere tutti i tipi di conoscenza.
    Alcune delle cose che tu hai imparato da tua mamma sono preziosissime, pea, e non e’ per nulla scontato che tutte le conoscano. Io ho – per lo piu- imparato a cucinare da libri e quindi certi “tricks” mi mancano proprio!

    infatti, poi riflettendo mi son resa conto che è solo un mio limite, hai perfettamente ragione :abbr:

  3. @Madamadorè wrote:

    Scema!!!! 😆

    E io che mi ero precipitata a vedere il capolavoro :sab

    scusa, fammi pure i complimenti.. :sab :sab potevo pure bruciarla…:sab :mrgreen:

  4. uno delle cose belle che trovo in questo forum e’ proprio il fatto di poter porre delle domande “terra terra”, e di poter condividere tutti i tipi di conoscenza.
    Alcune delle cose che tu hai imparato da tua mamma sono preziosissime, pea, e non e’ per nulla scontato che tutte le conoscano. Io ho – per lo piu- imparato a cucinare da libri e quindi certi “tricks” mi mancano proprio!

  5. Tranquilla, Pea. :bacbac:

    Non sei riuscita a scoraggiarmi dal postare “qui” domande su cose terra-terra :uaz: , tanto ormai dovreste esservi abituate e, se non vi va o non avete tempo di rispondere io in qualche modo improvviso sempre.

    Moby

  6. @mobydick wrote:

    @Pea73 wrote:

    @mobydick wrote:

    A proposito… La crema, appena pronta, io la metto in un recipiente di vetro per evitare che il calore del pentolino continui a cuocerla, poi faccio aderire perfettamente sulla superficie della crema un foglio di pellicola senza pvc così non fa la pellicina, faccio raffreddare e se occorre archivio in frigo.

    scusatemi. e non prendetemi per cio che non sono (idiota boriosa) ma questi suggerimenti non sono il minimo “sindacale” da sapere? perche’ a me non verrebbe mai di dare (qui) questo suggerimento, mi parrebbe di farvi un’offesa 😳

    Pea, ma io a dire il vero non volevo dare un suggerimento: in materia di dolci son troppo inesperta per suggerire qualunque cosa che non sia una ricetta o una dritta di qualche “esperto” che, avendo dato risultati eccellenti a una principiante come me, presumo sia proprio valida per tutti.

    No, no, io volevo solo spiegare come procedevo per far capire il mio dubbio sull’uso della pellicola a contatto con una crema bollente (sarà pure per uso alimentare… ma non per questo magari va bene “cuocerla” per contatto. O no? Il dubbio resta).

    Quanto ai suggerimenti che si danno “qui” e altrove, ti sorprenderesti di quante dritte anche casuali che tu considereresti superflue per non dire offensive, PER ME, che ho cominciato a preparare dolci solo da un anno, mi hanno aperto un mondo e si son rivelate utilissime. Mica si affacciano nel ricettario solo le Pee e le Madame! 😉

    spero, Moby, che lo spirito del mio intervento fosse chiaro
    spesso mi trovo a non dire alcune cose perché penso che siano “superflue” e mi dico: lo sai tu vuoi che non lo sappia XY? e questo solo perché magari son cose viste fare in cucina da mia madre (che davvero ai fornelli non era per nulla una maga). solo questo. ci tengo a precisarlo perché non voglio assolutamente sembrare lontanamente presuntuosa (e odiosa!) :abbr:

  7. Scema!!!! 😆

    E io che mi ero precipitata a vedere il capolavoro :sab

  8. @lux wrote:

    da chimica – metto la pellicola a contatto con la crema senza farmi alcun patema d’animo.

    Grazieee! 😀

  9. pea, secondo me non esiste il minimo sindacale. anzi alcune cose non te le dice nessuno per cui sono ancora piu’ utili della ricetta.
    da chimica – metto la pellicola a contatto con la crema senza farmi alcun patema d’animo.

  10. @mobydick wrote:

    A proposito… La crema, appena pronta, io la metto in un recipiente di vetro per evitare che il calore del pentolino continui a cuocerla, poi faccio aderire perfettamente sulla superficie della crema un foglio di pellicola senza pvc così non fa la pellicina, faccio raffreddare e se occorre archivio in frigo.

    Sta cosa della pellicola a contatto per evitare la pellicina l’ho vista fare da qualche cuoco rinomato, tipo Montersino, ed in effetti funziona. Però a me continua a fare impressione l’idea della pellicola a contatto con la crema bollente… non vi rilascia qualche sostanza tossica che si scioglie a contatto col calore? Che ne dite?

    In alternativa puoi cospargere la superficie della crema di zucchero, in tal caso io consiglio di tenere la crema un pò scarsa di zucchero altrimenti alla fine diventa troppo dolce. Oppure in alternativa alla pellicola mettere carta forno

  11. Esatto moby. A me il tuo suggerimento in effetti.. serve ; ))

  12. @Pea73 wrote:

    @mobydick wrote:

    A proposito… La crema, appena pronta, io la metto in un recipiente di vetro per evitare che il calore del pentolino continui a cuocerla, poi faccio aderire perfettamente sulla superficie della crema un foglio di pellicola senza pvc così non fa la pellicina, faccio raffreddare e se occorre archivio in frigo.

    scusatemi. e non prendetemi per cio che non sono (idiota boriosa) ma questi suggerimenti non sono il minimo “sindacale” da sapere? perche’ a me non verrebbe mai di dare (qui) questo suggerimento, mi parrebbe di farvi un’offesa 😳

    Pea, ma io a dire il vero non volevo dare un suggerimento: in materia di dolci son troppo inesperta per suggerire qualunque cosa che non sia una ricetta o una dritta di qualche “esperto” che, avendo dato risultati eccellenti a una principiante come me, presumo sia proprio valida per tutti.

    No, no, io volevo solo spiegare come procedevo per far capire il mio dubbio sull’uso della pellicola a contatto con una crema bollente (sarà pure per uso alimentare… ma non per questo magari va bene “cuocerla” per contatto. O no? Il dubbio resta).

    Quanto ai suggerimenti che si danno “qui” e altrove, ti sorprenderesti di quante dritte anche casuali che tu considereresti superflue per non dire offensive, PER ME, che ho cominciato a preparare dolci solo da un anno, mi hanno aperto un mondo e si son rivelate utilissime. Mica si affacciano nel ricettario solo le Pee e le Madame! 😉

  13. @fran73 wrote:

    Poi da qualche parte ho letto di metterci le posate et voilà, posata batte fagiolo :uaz:

    dici che l’ho letto da qualche parte e mandato in memoria???
    e io che pensavo di aver fatto una scoperta!!! anche se per me tale e’ stata :uaz: :uaz:

  14. @mobydick wrote:

    A proposito… La crema, appena pronta, io la metto in un recipiente di vetro per evitare che il calore del pentolino continui a cuocerla, poi faccio aderire perfettamente sulla superficie della crema un foglio di pellicola senza pvc così non fa la pellicina, faccio raffreddare e se occorre archivio in frigo.

    scusatemi. e non prendetemi per cio che non sono (idiota boriosa) ma questi suggerimenti non sono il minimo “sindacale” da sapere? perche’ a me non verrebbe mai di dare (qui) questo suggerimento, mi parrebbe di farvi un’offesa 😳

    per il discorso pellicola passo…. perche’ se debbo pensare sta cosa dovrei chiedrmi se la farina che compro non sia fatta col grano radioattivo, che cappero danno da mangiare alle galline che fanno uova perfettamente uguali di misura e peso e colore, se il latte che uso non sia fatto con polverine e via ad andare……
    debbo fidarmi (anche in questo caso) che siano prodotti adatti a scopi ALIMENTARI

  15. Bannatelaaaaaa!!!!! :aris :aris

  16. :aris sei mittttica!

  17. Mi fai morire… :aris

    Però, stavo pensando, potresti farcirla con una crema :mrgreen: , così… giusto per arricchirla… 😉

  18. ossignore :aris :aris :aris

  19. GeG mi sto scompisciando dalle risate :aris

  20. ATTENZIONE! ATTENZIONE!

    Ho fatto una torta strepitosa. :love :love

    la cucina è pervasa da un profumino delizioso, tanto che mio figlio mi ha chiesto se sarà così buona anche mangiandola.. :inlove :inlove

    per la verità è un altro genere: è una torta margherita, quindi un solo impasto, ma vi assicuro che non vedo l’ora di assaggiarla..

    mamma che soddisfazione! non potete capire… :party finalmente ho fatto una torta buona!!

    se volete vi lascio la ricetta.
    consiglio a tutti di provarla, risolleva l’ego di chiunque.

    :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  21. Comunque i faglioli di cermica li voglio prendere.
    Per ora utilizzo il vostro consiglio delle posate (ottimo, direi; sempre usato faglioli o legumi secchi.. ma in effetti con le posate dovrebbe funzionare meglio), ma prima o poi mi chiappo i faglioli professional

  22. @mobydick wrote:

    A proposito… La crema, appena pronta, io la metto in un recipiente di vetro per evitare che il calore del pentolino continui a cuocerla, poi faccio aderire perfettamente sulla superficie della crema un foglio di pellicola senza pvc così non fa la pellicina, faccio raffreddare e se occorre archivio in frigo.

    FANTASCIENZA!!!! :shocked!: :shocked!: :shocked!:

  23. A proposito… La crema, appena pronta, io la metto in un recipiente di vetro per evitare che il calore del pentolino continui a cuocerla, poi faccio aderire perfettamente sulla superficie della crema un foglio di pellicola senza pvc così non fa la pellicina, faccio raffreddare e se occorre archivio in frigo.

    Sta cosa della pellicola a contatto per evitare la pellicina l’ho vista fare da qualche cuoco rinomato, tipo Montersino, ed in effetti funziona. Però a me continua a fare impressione l’idea della pellicola a contatto con la crema bollente… non vi rilascia qualche sostanza tossica che si scioglie a contatto col calore? Che ne dite?

  24. Sono morta dalle risate :aris :aris :aris

  25. @susanna_a wrote:

    ma lo sapete che nei negozi di ciapapulveri per massaie compulsive esiste anche il set di finti fagioli in acciaio inox per fare le crostate?

    :aris :aris

    e tanti altri per il racconto, formidabile :aris :aris

    Anche io sul fiume in piena non ho resistito…è stata una descrizione talmente vivida, sembrava proprio di vederla anche noi dal computer il fiume di crema pasticcera con frutta che scivolava a valle :aris

    Comunque per la cronaca, anche io uso le posate :mrgreen:
    All’inizio usavo i fagioli ma la torta mi si alzava comunque, anche se ne mettevo una quantità spropositata 👿
    Poi da qualche parte ho letto di metterci le posate et voilà, posata batte fagiolo :uaz:

  26. ci sono anche le apposite palline in porcellana

  27. @susanna_a wrote:

    ma lo sapete che nei negozi di ciapapulveri per massaie compulsive esiste anche il set di finti fagioli in acciaio inox per fare le crostate?

    devono essere miei! :aris :aris :aris

  28. @mobydick wrote:

    :aris

    Racconto esilarante!!!

    E poi, grazie!!! Hai mandato la mia autostima in sollucchero, perchè la mia prima crostata con crema e frutta m’è riuscita benissimo. :mrgreen:

    A titolo di ringraziamento, ti linko il post dove ci sono i riferimenti delle ricette che ho seguito per pasta frolla e crema… perchè lo so che ci ritenterai (e hai ragione, eh?!). Per inciso: la crema con la ricetta di Paoletta AniceeCannella è facilissima, fidati, se ci son riuscita io…

    http://www.mammeonline.net/phpBB3/crostata-mikicaaaaap-t459600.html?hilit=crostata

    sul rifarla al momento passo.. :mrgreen:

    mi tengo il link però! grazie

  29. ma lo sapete che nei negozi di ciapapulveri per massaie compulsive esiste anche il set di finti fagioli in acciaio inox per fare le crostate?

  30. Io sulla carta da forno metto il riso, è bello pesante e assolve degnamente il suo compito

  31. :aris

    Racconto esilarante!!!

    E poi, grazie!!! Hai mandato la mia autostima in sollucchero, perchè la mia prima crostata con crema e frutta m’è riuscita benissimo. :mrgreen:

    A titolo di ringraziamento, ti linko il post dove ci sono i riferimenti delle ricette che ho seguito per pasta frolla e crema… perchè lo so che ci ritenterai (e hai ragione, eh?!). Per inciso: la crema con la ricetta di Paoletta AniceeCannella è facilissima, fidati, se ci son riuscita io…

    http://www.mammeonline.net/phpBB3/crostata-mikicaaaaap-t459600.html?hilit=crostata

  32. secondo me li riempiono di stampini per i biscotti e altri ciapapulveri, così sdoganano al marito l’inutile acquisto…

  33. cioè li riempite di cucchiaini?

  34. @lux wrote:

    cmq io ho provato con i cucchiaini perche’ i fagioli non ce li ho mai. Stoviglie battono fagioli…

    anche tu Lux?
    a me è venuto mentre mi guardavo intorno semi-disperata 😳

  35. cmq io ho provato con i cucchiaini perche’ i fagioli non ce li ho mai. Stoviglie battono fagioli…

  36. cioè ho le lacrime agli occhi dal ridere, comunque mi ci sono rivista di brutto nelle tue vicissitudini :mrgreen:

  37. Le stoviglie non lo sapevo: era arrivata ai fagioli, alle lenticchie, al max ai maccheroni 😆

  38. questo racconto va di diritto nel post delle tragicomiche!!!! Ce lo potresti ri-postare nel post-appost??

  39. @Pea73 wrote:

    Altra cosa: per il guscio vuoto di frolla dopo aver bucherellato e steso la carta forno sulla stessa mi sono guardata intorno ricordando di non avere legumi secchi … Beh ci ho messo 6/7 forchette, altrettanti cucchiai e cucchiaini (di solo acciaio o metallo mi raccomando) distribuendo più o meno bene il peso

    visto l’andazzo, l’avessi fatto io, quasi sicuramente mi si sarebbero fuse le stoviglie nella torta 😆

  40. Approfitto dell’iphone del marito per seguirvi e di ‘solito’ non intervengo (bestemmio nello scrivere su ‘sto così come te nel torteggiare) MA il tuo racconto e’ stato troppo forte!!!
    Ti hanno già detto tutto le altre (e andando contro le regole di buona pasticceria di Madama io faccio la crema con la FARINA e mi viene sodissima MA la uso solo e sempre da fredda 🙂 )
    Altra cosa: per il guscio vuoto di frolla dopo aver bucherellato e steso la carta forno sulla stessa mi sono guardata intorno ricordando di non avere legumi secchi … Beh ci ho messo 6/7 forchette, altrettanti cucchiai e cucchiaini (di solo acciaio o metallo mi raccomando) distribuendo più o meno bene il peso
    Ho sfornato e dopo fredda ho tolto le stoviglie 😉 esperimento riuscito alla grande!!!

    E sappi che i disastri succedono a tutte, sempre… Diciamo che con l’esperienza migliora la capacita di riparare 🙂 baci

  41. non che volessi snobbare questo preziosissimo forum, :mrgreen: ma ho pensato: mia mamma fa una buonissima torta alla frutta, io sono sua figlia e per la proprietà transitiva anche a me verrà buona.. semplice no??

  42. 😆 direi che i braccialetti di vengono decisamente meglio.

    I consigli te li hanno già dati e riepilogando:
    1 quando si cuoce la frolla nuda (senza ripieno) va tenuta bassa con carta forno e legumi secchi che fanno da peso
    2. la crema si fa con l’amido di mais, con la farina o la fecola si rischia quello che è successo a te perchè che contengono enzimi, dopo la gelificazione gli enzimi si mangiano il gel che si è formato, quindi la crema si fa liquida da densa che era.
    3. la crostata si monta a ingredienti freddi perchè rimane tutto più stabile
    4. prima di buttarsi in imprese titaniche andare nel ricettario senza passare dal via, se no noi che ci stiamo a fare?

    :bacbac:

  43. non mollare, la prossima volta chiedi consiglio prima al ricettario: non ci sono solo cuoche brave ma anche alcune rare pasticcione come me che conoscono tutte le trappole delle torte apparentemente semplici e come fare bella figura con le torte piu’ semplici….

  44. che immagine!!!

    dai riprova!!come sai fare capolavori con le tue manine,ti uscirà un capolavoro se trovi la giusta ricetta!!

  45. ok, ho provato a non ridere, ma sul “la crema incomincia a trasformarsi in un fiume in piena che trascina a valle la frutta come detriti alla deriva..”, non ho più resistito :mrgreen:

  46. ho mal di stomaco per quanto ho riso…grazie!
    quando rifai un’altra torta? :mrgreen:

  47. @GeG wrote:

    alice e khu i fagioli secchi sono troppo avanti per me! :mrgreen:

    Effettivamente! :aris :aris
    Ma se la situazione in sè (soprattutto data tutta la volontà impiegata) ha del tragico :***: , leggerne è stato davvero esilarante in un periodo un po’ buio come questo. Grazie :mrgreen:

  48. alice e khu i fagioli secchi sono troppo avanti per me! :mrgreen:

  49. Uff
    La prossima volta usa una bella pasta frolla già confezionata, magari anche già stesa, e vieni nel red carpet senza perder tempo ulteriore.
    Che ci abbiamo da fare

  50. :aris

    1. La frolla in bianco (cioè vuota) si bucherella e si cuoce coi fagioli
    2. La fecola nella pasticcera è deleteria: prima pare che si rassoda e poi inve esi smolla. Se proprio non vuoi usare la farina, allora meglio l’amido
    3. Perché non hai usato la mia collaudata frollaall’olio invece di sperimentare? 😉
    4. Non ci pensiamo proprio a dissuaderti :mrgreen:

    :bacbac:

  51. ciao,mi hai fatto morire :haha ,quando prepari la crostata per f :haha rla con la frutta,una volta che l’hai messa nella teglia,devi foderar :haha la di carta da forno e metterci i fagioli secchi,poi procedi nella cottura 😉
    per la crema io non uso mai la fecola ma la farina,mi piac 😉 di più come consistenza 😉
    non di demoralizzare, anche chi fa torte tuttti giorni escono i disastri :aris

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti