subscribe: Posts | Comments

le "paste da latte leccesi" (biscotti da colazione)

10 comments
le "paste da latte leccesi" (biscotti da colazione)

sono biscotti tradizionali da inzuppare nel latte
a me personalmente non fanno impazzire ma qui piacciono al 99% delle persone
mia suocera li ha fatti un pò altini e poco cotti (sempre secondo i miei gusti) dovrebbero venire più bassi e quasi rettangolari

ecco!!!! on line ho trovato queste che sono come dovrebbero essere 😉 (questa versione è con zucchero semolato)

vi passo la ricetta di mia suocera (ma comunque è la più diffusa)
1 kg di farina
300 gr zucchero
4 uova
2 tazzine di olio (tazzine da caffè)
20 gr. di ammoniaca.
latte o acqua q.b

fare una fontana con la farina e spargere lo zucchero sulle pareti del “vulcano”
nel foro al centro mettere le uova e cominciare ad impastare grossolanamente
per ultimo aggiungere l’ammoniaca sciolta in poco latte o acqua e amalgamare bene all’impasto. impastare fino a rendere morbida e poi spianare col matatrello e tagliare dei rettangoli. spennellare con uovo battuto o latte (a piacere coprire di zucchero semolato). infornare a forno a 180° e cuocere fino a doratura

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
le "paste da latte leccesi" (biscotti da colazione), 10.0 out of 10 based on 1 rating
  1. che belli che sono!!

    io i biscotti al vino li stendo e con il coppa pasta faccio forme rotonde,metto dentro nutella o marmellata,richiudo a mezza luna,cospargo di zucchero e inforno,buonissimi!!

  2. che buoni pea,mia nonna li faceva sempre…

  3. @ert81 wrote:

    pea la ricetta dei mustaccioli ce l hai?

    dovrei controllare. mi sembra di sì
    sennò me la faccio ridare 😉

  4. Anche da noi si fanno quei biscotti casalinghi, solo che si mette burro al posto dell’olio. A me piacciono molto, ma che puzza di ammoniaca per casa!

  5. pea la ricetta dei mustaccioli ce l hai?

  6. Sembrano proprio buoni, dall’aspetto sembrano quasi savoiardi.

  7. Si pea sono questi (senza semi di anice ma con gocce di cioccolato)buonissimi li proverò un bacion :)))
    pri

  8. Priscilla quelli tradizionali sono al “vino” con lo zucchero semolato sopra

    questi vino&cioccolato saranno una rivisitazione moderna. comunque ‘spe che cerco di trovarli. c’è un forno a 2 km da qui che li fa di un buono ma di un buono 😉

    dovrebbero essere questi (ma senza semi di anice)

    la ricetta è questa
    TARALLINI DOLCI AL VINO ROSSO
    per circa 30 tarallini del diametro di cm 6 circa

    un bicchiere di zucchero
    un bicchiere di olio evo
    un bicchiere di vino (io ho usato il primitivo dolce, rosso e fruttato delle mie parti….)
    400 gr di farina
    1/2 bustina di lievito per dolci
    semi di anice per la decorazione

    NB per “bicchiere” io ho usato quello classico in plastica usa e getta..

    in una ciotola unire lo zucchero con l’olio ed il vino, miscelare bene ed aggiungere poco alla volta la farina evitando che si formino i grumi.
    impastare fino ad ottenere una palla morbida da suddividere in piccole porzioni
    lavorare ogni porzione fino ad ottenere dei sottili salamini di un paio di cm di diametro e lunghi circa 10 cm, e poi chiuderli ad anello (noi qui in Puglia, li chiamiamo “taralli”)
    pressare leggermente i taralli su un piattino in cui avrete mescolato zucchero semolato e semi di anice, ed adagiarli infine su carta forno appena unta di olio, con la parte zuccherata verso l’alto.
    cuocere in forno preriscaldato a 150° per 45 minuti, appena cotti tirarli fuori dal forno e farli raffreddare.
    si conservano in scatole di latta…. e sono buonissimi!!!!

  9. belli Pea.
    mia cognata da lecce mi ha portato dei tarallini dolci rotondi al vino e cioccolato.Online ho trovato varie ricette mma volevo chiederti non è che sono tipici salentini e ne hai una ad ok?
    grazie

  10. grazie Pea
    mi piacciono molto queste ricette 😀

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti