subscribe: Posts | Comments

Empanadas colombiane passo passo

68 comments
Empanadas colombiane passo passo

Ho il ricordo di quelle mangiate in Colombia
Buonissime!

Ho cercato la ricetta in rete e le ho rifatte
Devo dire che non si discostano molto dalle originali

Ho fotografato per voi il procedimento

Soffritto per empanadas

Soffritto per empanadas

soffritto di carote, sedano, cipolla, patata

empanadas_ripieno2

aggiunta di carne macinata, pepe e cumino

impasto_empanadas

impasto fatto con 500 gr di farina 0
200 gr di acqua
sale
50 gr di strutto (o olio evo)

riempimento empanadas

si stende la sfoglia sottile e si farcisce

empanadas_pronte

si chiudono le empanadas cercando di creare una sorta di cordoncino

ora sono in forno
poi vi mostrerò il prodotto finito
😀

eccole
empanadas

empanadas2

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Empanadas colombiane passo passo, 10.0 out of 10 based on 1 rating
  1. Ecco la mia versione jamaicana, li’ si chiamano beef patties ma sostanzialmente e’ la stessa cosa, con spezie adattate.

  2. @sarubobo wrote:

    @bianca267 wrote:

    Ho il ricordo di quelle mangiate in colombia
    Buonissime!

    Ho cercato la ricetta in rete e le ho rifatte
    Devo dire che non si discostano molto dalle originali

    Ciao cara, ho inviato la tua ricetta ad una neo mamma adottiva colombiana e l’ha trovata così interessante che questa sera come sorpresa le farà trovare ai suoi due piccoli.

    ne sono lietissima 😀

  3. @bianca267 wrote:

    Ho il ricordo di quelle mangiate in colombia
    Buonissime!

    Ho cercato la ricetta in rete e le ho rifatte
    Devo dire che non si discostano molto dalle originali

    Ciao cara, ho inviato la tua ricetta ad una neo mamma adottiva colombiana e l’ha trovata così interessante che questa sera come sorpresa le farà trovare ai suoi due piccoli.

  4. Ho provato a farle (nella variante cilena, con l’uovo e l’uvetta sultanina), ma il ripieno è venuto troppo asciutto e la pasta mooolto croccante.

    Avete suggerimenti?

  5. Le ho fatte in versione veg con la ricetta postata da Bianca e sono piaciute molto. Ho usato granulare di soia reidratato in brodo veg e olio evo al posto dello strutto.

  6. Ah ecco skiver, grazie. Il mio libro scolastico indica infatti una brisee.

  7. a seconda della zona, si usa un impasto più tipo sfoglia o più tipo frolla.
    Visti i problemi di Biscotto con l’uovo, li farei di sfoglia o di brisee che se non sbaglio non contengono uovo.

  8. No l’impasto pizza non c’entra proprio purtroppo.
    Guarda, le empanadas sono motivo di contestazioni da mesi e ne ho sentite varie, in realta’ mi e’ parso di capire che quella “vera” sia una lavorazione sfogliata dell’impasto che ti ho indicato. Abbiamo anche comprato i dischetti importati gia’ fatti e somigliano di piu’ all’impasto che stiamo facendo con quella ricetta (datoci dall’attuale cuoco che e’ venezuelano) che la pasta sfoglia vera e propria, sebbene i precedenti cuochi argentini ci indicassero di usare pasta sfoglia.
    Tutti i clienti argentini invece ci contestano un ripieno troppo asciutto. Anche ieri sera c’e’ stata disquisizione su questo, il ripieno deve essere morbido e sugoso.

  9. leggendo nel web,la ricetta originale è una pasta sfoglia in effetti…

  10. @Adri wrote:

    Noi le facciamo al ristorante, e’ una versione diversa (i ripieni possono cambiare), posso darti due dritte generiche: il ripieno deve risultare abbastanza sugoso, che quando addenti sbrodola un po’.
    L’impasto e’ fatto con uova olio farina e lievito di birra (acqua qb). La tecnica di chiusura non riesco a spiegartela a voce ma puoi anche chiuderle con la forchetta.
    Lo strutto nell’impasto lo abbiamo eliminato perche’ era il primo gusto che ti si sprigionava in bocca e non era granche’.
    In estate usavamo la pastasfoglia, non era fedele come versione ma la trovavo piu’ buona.

    baci

    ma se non mettessi le uova,e farei tipo impasto pizza,sarebbero ugualmente d’effetto secondo te?

  11. Noi le facciamo al ristorante, e’ una versione diversa (i ripieni possono cambiare), posso darti due dritte generiche: il ripieno deve risultare abbastanza sugoso, che quando addenti sbrodola un po’.
    L’impasto e’ fatto con uova olio farina e lievito di birra (acqua qb). La tecnica di chiusura non riesco a spiegartela a voce ma puoi anche chiuderle con la forchetta.
    Lo strutto nell’impasto lo abbiamo eliminato perche’ era il primo gusto che ti si sprigionava in bocca e non era granche’.
    In estate usavamo la pastasfoglia, non era fedele come versione ma la trovavo piu’ buona.

    baci

  12. Fatte, dopo pubblico reportage su Veganblog 😉

  13. @prumiao wrote:

    Che idea da veganizzare!!! Ho giusto del granulato di soia che mi strizza l’ occhio! Sabato le faccio!

    Prova anche queste 2 ricette di empanadas vegetariane!

    http://www.mondopiccante.net/ricette/empanadas-vegetariane-con-melanzane-zucchine-e-peperoncino-pasilla

    http://annaelaneve2.wordpress.com/2010/11/03/empanadas-vegetariane/

    se le vuoi vegane, basta che sostituisci il burro nell’impasto con olio o altro veg, e in quella col formaggio potresti metterci del tofu :mrgreen:

    altrimenti, come dici tu, fai il ragù col granulato di soia… io il granulato non lo uso, uso i fagioli di soia gialla, che ammollo per 24 ore, poi cuocio in pentola a pressione, scolo e trito grossolanamente a coltello o col passaverdura a buchi grossi :mrgreen:

  14. Che idea da veganizzare!!! Ho giusto del granulato di soia che mi strizza l’ occhio! Sabato le faccio!

  15. voglio fare pure queste, bianca sei troppo brava!!! :bacbac:

  16. E’ stata una splendida serata. GRAZIE per esserci stata!!!!!!!

    con il cuore e con la mente c’ero davvero 😉

    Skiver grazie per queste note molto belle ed interessanti

  17. Che meraviglia Bianca, nn solo perchè sembrano ottime, ma anche per il valore simbolico :abbr:

  18. Le empanadas sono dei fagottini di pasta ripieni di carne, tipici dell’America Latina. Tradizionalmente vengono servite alle jaranas criollas, ovvero alle feste creole, così chiamate in Perù. Si tratta non solo di feste ma anche di incontri musicali tipicamente peruviani, in accompagnamento alla tradizionale grigliata di carne, l’asado.

    Si ritiene che la ricetta provenga dagli spagnoli che, a loro volta, la appresero dai popoli arabi del bacino del Mediterraneo, dove l’abitudine di presentare carne finemente tagliata dentro un fagotto di pane è diffusissima e dà luogo a ricette quali il kebab o il pitta ghiros.

    In Argentina, anticamente, le empanadas si servivano per festeggiare il ritorno dei gauchos dopo i lunghi periodi trascorsi nelle pampas a sorvegliare le mandrie.

    Le empanadas hanno la forma di una mezzaluna e una lunghezza di circa 12-15 cm. Possono essere fritte o cotte nel forno. In quest’ultimo caso si spennellano con uovo sbattuto per lucidarle prima della cottura. In ogni caso si tende a prepararle in anticipo per poi cuocerle e consumarle al momento.

    Si preparano con pasta frolla o sfoglia a seconda delle tradizioni regionali e famigliari. Il ripieno è, solitamente, di carne di manzo tritata, cipolla e altri ingredienti tipici come olive e uova sode, variamente ingentilite da spezie.

    Tuttavia sia la pasta sia soprattutto il ripeno variano a seconda delle regioni, delle disponibilità e dei gusti. Nelle regioni del nordest dell’Argentina le Empanadas presentano farina di manioca nell’impasto e patate nel ripieno e talvolta piselli o uvette, specie nelle zone di produzione dell’uva. Nelle zone mitigate dai fiumi, invece è frequente che vengano aggiunte olive.

    Sebbene le empanadas nella loro versione più nota siano di carne di manzo, in molte varianti sono di carne di gallina o di pollo oppure di maiale, lepre o gamberi, come in Patagonia.

    Le varianti dell’empanada si cucinano in molte nazioni di tutti i continenti e ciò ha fatto supporre che si tratti di una tradizione importata forse anche dall’Italia (dove, ad esempio, si conoscono varianti come il Panzerotto di Bari che presentano indubbiamente alcune analogie con l’Empanada). L’ipotesi di una ricetta importata dall’Italia contrasta con la circostanza che anche i paesi latinoamericani con una immigrazione italiana scarsa o assente hanno l’empanada come piatto nazionale. Paesi come il Perù, l’Ecuador e la Colombia hanno infatti questa tradizione gastronomica.

  19. Bianca, come ti ho già detto le empanadas si fanno fritte o al forno a seconda della zona, e varia anche un po’ la ricetta.

    Per cui al forno vanno benissimo 😀 mi hai fatto venire voglia 😀

  20. si, va beh
    ieri ha chiuso il pc, poi tra 1 cosa e l’alttra non so più tornta a vedere il forum, questa mattina curiosità a mille
    …….
    Bianca, la tua ricetta è una cannonata e ieri sera eri a cena con noi, in un certo qual modo, giusto? E’ stata una splendida serata. GRAZIE per esserci stata!!!!!!!

  21. Stai tranquilla per Elena, ci siamo tutte noi con lei 😀

  22. va beh, se volevate farmi piangere ci siete riuscite!

    Vieni qua Fede, fammiti abbracciare stretta!
    E buona vita nuova !!!!

    Ti auguro un cammino pieno di amore.

    Sono contenta che le empanadas vi siano piaciute

    A questo punto però, quando torni mi farebbe tanto piacere avere tue, vostre notizie
    😀

  23. Ciao!
    Sono Fede, la FATA
    sto per partire per ritrovare finalmente i miei due meravigliosi bimbi che mi stanno aspettando in Perù.
    Si Bianca, ritrovarli. Elena questa mattina si è precipitata da me a comprare due piantine e mentre discutevamo su come piantumarle in questo periodo senza troppi danni è nato l’invito a cena, testuali parole “a’ la modé du Biancà”
    Abbiamo mangiato troppo bene, come sempre. Le empanadas erano buonissime. Ed il loro profumo era pieno di speranza per me.
    Mi ha accompagnata davanti al pc per leggerti, dopo avere parlato del tuo progetto di vita.
    Prendo le tue empanadas come augurio di buon viaggio.
    Domani mattina avrò una persona in più nel cuore.
    Badami l’Elena, Bianca, mentre io sono a ritrovare le mie perle. Che ha bisogno di aiuto, l’Elena, sai. A furia di aiutare si dimentica di avere anche lei bisogno di aiuto. come tutti.
    adesso si arrabbia
    Ciao Bianca e ciao anche alle altre mamme che qui ho letto avere affrontato percorsi come il mio. Anzi. Saluto tutte le mamme, e voi pensatemi domani. Domani comincia per me una vita nuova!

  24. io vi inforno in un abbraccio tutte, che emozione le vostre parole :love

    p.s. lanciami una empanadas elena che c’ho una fame 😀

    corro a fare la spesa che ancora sono in ufficio.

  25. aspettando di infornare

  26. @bianca267 wrote:

    sono fermamente convinta che i miei figli sono solo nati da un ‘altra parte, ma sono sempre stati miei

    Oddio Bianca!!! questa frase l’ho ripetuta e la ripeto ancora a mio figlio quando vuole parlare di noi e del ns.incontro… :love :love tra pochi giorni festeggeremo i ns.primi 10 anni insieme…

  27. Bianca, riporto il forum al topic io:

    :rrofl:

    mi sembra di sentire da qui il profumino della tua cucina :love

    buona serata 😀

  28. Bianca, riporto il forum al topic io:

    io sto preparando i ripieno
    e vi ho aggiunto cavolo a striscioline e semi di coriandolo
    che profumo!!

    quello che hai scritto è emozionante
    ne parleremo a cena, sai, anche io
    e FATA
    perchè le tue parole sono molto importanti per noi ora

  29. Sai che è talmento bello ciò che hai scritto che è la terza volta che lo rileggo?

    Intanto ti ringrazio profondamente per aver compreso il senso profondo di ciò che intendevo

    Sai, quando facevo l’imprenditore, che era una mia scelta e che mi dava soddisfazioni immense, pensavo sempre che si, era bello, era importante, era soddisfacente, ma non era ciò che avevo in mente di fare per la vita.
    Cioè, non era quello il ruolo in cui mi vedevo per sempre.

    Io desideravo fortemente avere una famiglia, fare la MAMMA, mi riempivo la bocca con questa stupenda parola.
    Ma al contempo pensavo che per fare la mamma non era necessario “farlo” un figlio; il mio desiderio di fare la mamma non era legato all’idea di creare, bensi a qulla di “crescere”.

    Quando ho conosciuto mio marito ho condiviso con lui questi miei pensieri.

    Desideravamo da subito avere una famiglia numerosa che contemplasse la presenza di figli “fatti in casa” ed “importati” (uso queste espressioni con grandissimo affetto)

    Dopo qualche mese di prove ci dissero che c’era un piccolo problema risolvibilissimo con una fecondazione assistita

    Decidemmo di provare

    Quando però mi resi conto che ci stavo rimettendo la vita (nel vero senso del termine) capii che il mio progetto di vita, di famiglia stava seguendo naturalmente il suo corso.

    Da quel momento tutte le nostre energie, il nostro impegno, il nostro amore fu indirizzato al ritrovamento dei nostri figli.
    Ho usato “ritrovamento” non a caso; sono fermamente convinta che i miei figli sono solo nati da un ‘altra parte, ma sono sempre stati miei

    Oddio…. ho perso di vista il forum in cui stiamo scrivendo 😳

  30. @bianca267 wrote:

    E’ vero Elena, hanno una emozione speciale perchè evocano uno dei momenti più belli della mia vita, quando giorno per giorno stava nascendo il mio progetto di vita :love

    sai che ci riflettevo oggi
    mentre aspettavo il mio turno dalla (mia amica) giardiniera
    definire la scelta di accogliere figli il proprio progetto di vita non è poca cosa e non è da tutti

    i figli puoi cercarli, puoi sognarli, puoi volerli
    ma
    alla fine di tutto devi accoglierli. tutti dobbiamo (o dovremmo) accoglierli, i ns figli. e per farlo ci prepariamo. prepararci riconoscendoli come il nostro, personale, intimo progetto di vita non è comune. io per prima non l’ho fatto.
    erano un mio desiderio
    il mio sogno
    il progetto
    INCLUDE il sogno, il desiderio. Come anche la realtà, gli obiettivi, le sconfitte, i successi. Il progetto è una rete, raccoglie tante voci e pensieri
    Il progetto di vita quando nasce deve essere stupendo! Profumare di buono, di futuro, di solitudine e di speranza. Io solo ora lo concepisco. Grazie alle due righe sopra citate.
    Ne ho parlato con la FATA (la mia amica giardiniera, che poi verrà a cena questa sera per le tue empanadas) e abbiamo riso. di gioia. persino un forum può essere un appiglio. Una forza. E entrambe noi abbiam avuto bisogno di te oggi. ieri.

  31. Grazie per la tua preziosa consulenza (io ti “vivo” come una mamma, spesso, sei un mio punto di riferimento, per quanto virtuale, e non solo culinario!)
    Grazie Bianca!

    Hai la capacità di riuscire sempre ad emozionarmi con le tue parole 😳

    Puoi prepararle tranquillamente nel pomeriggio e disporle già nella teglia di cottura, in modo da non doverle riprendere in mano
    😀

  32. bianca, mio marito ha optato per le empanadas e con ripieno di carne
    Io ho deciso che avremmo mangiato carne solo in occasioni speciali perchè vogio impostare la mia cucina (già di per sè molto ricca di vegetali e scarsa di carne) principalmente senza carne.
    Però
    Questa sera (come per la sera del cous cous) ci concediamo carne, in onore tuo

    Ho 1 amica a cena
    Pensavo: antipasto: pane di segale fatto da me col lm che accompagna cetrioli sott’aceto al cumino ed aneto, formaggi vari, e speck (e carne sia)
    Poi empanadas assieme a una fresca “insalata” di verza ed arancia e cumino

    Secondo te le empanad posso prepararle nel pom (verso le 5) e cuocerle verso le 7?
    O il ripieno cede molto liquido e quindi forse è meglio
    preparare le “piadine” alle 5, coprirle con teli umidi, farcirle e cuocerle verso le 7?

    Grazie per la tua preziosa consulenza (io ti “vivo” come una mamma, spesso, sei un mio punto di riferimento, per quanto virtuale, e non solo culinario!)
    Grazie Bianca!

  33. ne sono davvero lieta 🙂

  34. Cucinate, mangiate, finite.
    Sono venute buonissime, io nella carne oltre alla carota, patata e sedano ho aggiunto anche una zucchina e mi sono aiutata con il chiudi ravioli.
    Rimpiango solo per non averle fotografate, ma sono finite in un baleno.
    Grazie ancora per aver condiviso con noi questaricetta semplice e gustosa.

  35. E’ vero Elena, hanno una emozione speciale perchè evocano uno dei momenti più belli della mia vita, quando giorno per giorno stava nascendo il mio progetto di vita :love

  36. @bianca267 wrote:

    Elena, se non esiste è proprio ora che la inventiamo!

    Vediamo :uno spicchio di aglio, un po’ di olio evo, cipolla, zucchine, melanzane, peperoni, patate
    riduciamo tutto a dadini e saltiamo in padella

    se ci piace aggiungiamo una spolverata di pepe ed un pizzico di cumino (per dare quel gusto esotico)
    altrimenti nulla

    che ne pensi?

    penso che TI ADORO
    che domani vorrei farle e
    se ce la faccio te le dedico, le tue splendide empandas o empanas o “ematicas ricettas” che dir si voglia
    (BIANCA, che bella ricetta. Non solo per la ricetta in sè ma per l’emozione alla quale è anche legata)

  37. Anonimo says:

    @bianca267 wrote:

    scusate ma è una mia sensazione o è stato cambiato il titolo del post?

    mi sembrava di aver scritto empanadas, e non empanas

    qualcuna ci ha fato caso?

    sì. io. ma pensavo che in Colombia si chiamassero così mentre in Messico – come ho scritto- empanadas 😀

  38. allora sono proprio in gravi condizioni :drinking:

  39. @bianca267 wrote:

    scusate ma è una mia sensazione o è stato cambiato il titolo del post?

    mi sembrava di aver scritto empanadas, e non empanas

    qualcuna ci ha fato caso?

    no bianca, è sempre stato sbagliato sin dall’inizio :rrofl:

    :bacbac:

  40. scusate ma è una mia sensazione o è stato cambiato il titolo del post?

    mi sembrava di aver scritto empanadas, e non empanas

    qualcuna ci ha fato caso?

  41. Bianca, mi ricordo ancora il profumo delle empanas a cartagena :D. Era il lontano 2001 :***:

  42. E l’olio che è negli ingredienti serve solo per spennellarle e non va nell’impasto,giusto?
    Chiedo ultime info perchè mi sto preparando per cucinarle.

  43. se non ricordo male circa 6/700 gr di macinato

  44. Ho comprato tutti gli ingredienti, sono pronta!!!
    Dato che vorrei però dimezzare le dosi, per curiosità, quanta carne hai usato?

  45. Elena, se non esiste è proprio ora che la inventiamo!

    Vediamo :uno spicchio di aglio, un po’ di olio evo, cipolla, zucchine, melanzane, peperoni, patate
    riduciamo tutto a dadini e saltiamo in padella

    se ci piace aggiungiamo una spolverata di pepe ed un pizzico di cumino (per dare quel gusto esotico)
    altrimenti nulla

    che ne pensi?

  46. NOOOOOOOOOOOOOO
    BIANCAAAA
    QUESTO NON ME LO DOVEVI FAREEEE
    NOOOOO
    (secondo te una versione con solo verdure esiste?………..suggerimemti?)

  47. mmmhh gnammyyy

  48. Buone Bianca le farò di sicuro

  49. Troppo forteee e sicuramente gustosissime!!
    Mi piace molto mangiare e soprattutto cucinare piatti di altre culture.
    Mi hai fatto venire una gran voglia di prepararli, nel pomeriggio vado a prendere il macinato.

  50. buone!!!! le oglio fare!!

  51. Mamma mia quante ne ho mangiate in Cile, peccato che alla mia grande non piacevano quindi una volta rientrati in Italia non le ho più mangiate!!!
    Grazie quasi quasi ci provo…

  52. Che meraviglia!!!! Sono tipo le empanadas messicane!

  53. gnam gnam buoneee!
    Da noi si chiamano ravazzate, l’unica differenza e’ che nell’impasto si mette un po’ di lievito, e vengono un po’ piu’ morbide.
    Le provero’ anche cosi’ 😉

  54. Devono essere buonissime, mi ispirano al forno però!

  55. Lilla le originali sono fritte

    Però per mangiarle per cena, quindi più di una, mi sembravano pesanti

    Considerato che il ripieno è cotto, 200° per una ventina di minuti sono sufficienti

    Non ricordo se ho scritto che vanno spennellate di olio

  56. Stupende, da cotte sono invitantissime!!!
    Mi procuro il cumino (credo che a Natura Sì lo troverò senza problemi) e la carne trita (unico altro elemento che mi manca) e se riesco sabato questo, dacchè la torta coi parenti si è trasformata in un pranzo coi parenti, le faccio come… antipasto o secondo!
    Devo stare attenta con la sfoglia: dalla foto si vede che è sottilissima!

    In forno a quale temperatura e per quanto tempo??

  57. Ho giusto giusto un po’ di carne trita avanzata da ieri (ieri ho fatto gli involtini di verza, ma mi è avanzata appunto della carne)…humm..stavo giusto pensando a come utilizzarla…quasi quasi…mi tenti…

  58. ma belle! mi hai dato un’ideona, le voglio fare stasera, ripiene di porri e mozzarella 😀
    le originali sono proprio così in forno?

  59. Buone! 😀
    Le ho mangiate in Colombia, come le arepa de huevo (non so come si scrive 😉 )

  60. no mia mamma, scusa. ho riletto quello che avevo scritto ed effettivamente si capisce così.
    la vicina di casa di mia mamma è di medellin.

  61. ma la tua mamma è di medellin?

  62. buonissime. io le ho mangiate dalla vicina di casa di mia mamma che (come sicuramente non ricorderai :lol:) è di medellin pure lei :love

  63. Fame!!!
    Immagino da cotte, slurp

  64. mi piacciono un sacco queste ricette!
    appena ritrovo il peperoncino verde faccio le enchiladas messicane!

  65. Meraviglia! Le ho fatte pure io non molto tempo fa, sono buonissime!
    Adesso mi è venuta voglia di rifarle!

  66. oh mamma…saranno buonissime…aspetto di vederle finite…

    e poi il valore affettivo che hanno..immagino..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti