subscribe: Posts | Comments

Bombe alla crema

23 comments
Bombe alla crema

Io mi sono data alle bombe… La ricetta è quella di Luca Montersino, ho aggiunto latte e tolto un uovo per metà degli ingredienti.

Molto ma molto buone! Le migliori in assoluto che abbia provato fin’ora.
Farò un’ altra variante per avvicinarle a quelle romane e stop, ricetta super approvata!

La ricetta che trovate su internet è la seguente:

600 gr di farina 400 W
150 gr di zucchero semolato
435 gr di uova intere (circa 7-8 uova pesate senza guscio)
150 gr di burro (a pomata)
20 gr di lievito di birra
4,5 gr di sale
0,5 gr di olio essenziale di limone
1 bacca di vaniglia bourbon
si può sostituire l’olio essenziale con scorza di limone e lui aggiunge nel video anche un po’ di scorza d’arancia

Ho apportato una modifica perché per me sapeva un po’ di uovo (e io sono una che abbonda con le uova nell’impasto)
La ricetta originale serve a preparare circa 30 bomboloni del diametro di 7-8 cm circa io ho fatto anche dei mini bomboloni da 5 cm (ho usato un bicchiere e un bicchierino ikea da limoncello per le forme).

155 g di uova (3 uova circa)
200 g farina manitoba
100 g farina 00
75 g di zucchero semolato
75 g di burro
35 g di latte
vaniglia
1/4 buccia scorza arancia
1/2 scorza buccia limone
2-3 g di sale
3 g di lievito di birra secco o 10 g di lievito di birra fresco.

L’impasto è molto morbido e si lavora lasciandolo 1 ora in frigo.

Procedimento: è assolutamente consigliato usare una planetaria

Mettere la farina setacciata, lo zucchero nel boccale della planetaria con gancio impastatore.
sbriciolate il lievito di birra se fresco, allontanate lo zucchero dal centro della farina e mettete il lievito a contatto con la farina.
in una ciotola sgusciate il quantitativo di uova e sbattetele leggermente.
la farina deve essere di forza (manitoba) per un ottimo risultato.
Iniziate ad impastare e versate a poco a poco le uova a temperatura ambiente, ovvero iniziate con una quantità e fate assorbire, poi ne aggiungete altre e fate assorbire (intanto il composto inizia ad incordarsi, se mettete tutti i liquidi insieme si fa una pappetta, non incorda e non darà la struttura all’impasto con conseguente fallimento del tutto…).
Mentre la planetaria impasta potete mettere la punta di cucchiaino di vaniglia, o aprire la bacca e versate gli aromi nel recipiente (buccia limone e arancia).
Se sostituite uova con latte stessa cosa, aggiungete il latte (temperatura ambiente o intiepidito) molto lentamente e aspettare sempre che sia assorbito prima di aggiungerne altro.
Preparate la quantità di burro sempre morbido e a pomata perchè lo chef sottolinea che non possiamo mischiare un impasto morbido con del burro duro, quindi devono avere la stessa consistenza.
Finito di inserire i liquidi (la planetaria va e lavora anche 20 min di fila eh!)
senza mai smettere di impastare ad una velocità adeguata,
a cucchiai poco per volta aggiungete il burro. Sempre come sopra, una volta che si è amalgamata la quantità messa, aggiungete altro burro e così sino ad esaurimento.
Lasciate impastare un minuto e last but not least, aggiungete il SALE.
lo chef dice che va per ultimo perchè è un regolatore della lievitazione, non va MAI scordato, e serve a far in modo che il composto non lieviti troppo velocemente e a rilasciare tutti i suoi aromi in lievitazione.
Abbiamo concluso l’impasto!

Lavorazione
Come dicevo l’impasto risuta molto mordido ed elastico. Aiutatevi con un po’ di farina nelle mani e la spatola per versarlo nella spianatoia infarinata.
lavoratelo sempre spolverandolo di farina e con le mani portate i bordi verso la base per chiuderlo e formare una palla (quasi vi prometto di fare il video!!!!)
viene così:

Chiudetelo con la pellicola e mettete la palla in frigo per un’ ora abbondante.
Passata l’ora tirate fuori l’impasto e stendete sempre spolverizzando di farina con un mattarello allo spessore di 2-3 cm.

Con un coppapasta o bicchiere da 7-8 cm premete sull’impasto (tende a scoppiettare perchè cmq in frigo lievita) e togliete le bombe poggiandole in una teglia infarinata. A questo punto potete anche surgelare i dischi, verrano poi buonissimi!

Teglia infarinata perchè l’impasto è umido e si appicicherebbe, la farina assorbe l’umidità. Una volta riempita la teglia spolverate sopra con poca farina e poggiate a coprire la pellicola, SENZA tirarla, morbidissima per non disturbare la lievitazione. Mettete a lievitare 2 ore in ambiente tiepido (nel forno chiuso a 28° non di più).

FRITTURA
Riempite un tegame con abbondante olio e riscaldate. Quando l’olio è ben caldo, qualche minuto dopo, spostatelo dal fuoco che terrete al minimo, e lasciate scendere la temperatura, dopo qualche minuto iniziate a mettere le bombe con una spatolina, togliete la farina in eccesso, e iniziate la frittura che deve essere molto delicata, se il fuoco è alto o l’olio superiore a 160° si bruciano fuori e dentro non si cuociono. Quindi temperatura dell’olio 160° (io mi sono regolata a occhio…).
Rimettete il tegame sul fuoco al minimo, fornello medio. Lasciate friggere alcuni minuti, quando ben gonfia e ben dorata sotto girate e concludete la cottura, deve formarsi il classico anello, altrimenti che bomboloni sono?
scolate su carta da cucina e fatele rotolare subito su un piatto pieno di zucchero semolato.
Avanti così sino finire i bomboloni, mi raccomando la temperatura dell’olio!
Potete poi farcirli con marmellata, cioccolata, ma il top è la crema pasticcera. Mettetela in un sac a poche e bucate sul fianco. Io ho bucato un paio di volte per riempirli bene! La crema meglio sia a temperatura ambiente per farcirli la prima volta.

bombe alla crema

bombe alla crema

visto 1286 volte

  1. noooooo ecco vedi questa è proprio una di quelle cose che devo assolutamente provare a fare!!!!!!

  2. Ho provato quelli di paoletta di Anice e cannella…. proverò anche quelli di Luca 😉

  3. bbbboooooniiiiiiiii

  4. Quanto ne mangerei volentieri uno ora!!!

  5. diochevogliadiochevogliadiochevogliadiochevogliadiochevogliadiochevoglia!!!!
    sbav!
    Riesco a sopportare abbastanza il fatto che non posso mangiare latte, burro, uova, lieviti, farine, zucchero etc, … oddio farine e zucchero è dura ma sto cercando di limitarli moltissimo per problemi di salute eh, non di dieta.
    Però cavolo, vedere i bomboloni, tu non sai che desiderio pazzesco di morderne uno, per fortuna sono dentro al monitor :aris
    Bellissimi, meravigliosi, nella prossima vita mi prenoto da te per una scofanata di bomboloni alla crema :love

  6. Dio che buoni

  7. allora ho aggiunto foto e descritto al meglio di come ricordo la spiegazione di Luca Montersino, mi raccomando, ci sono preziosi consigli per impasto e frittura, altrimenti potete compromettere il risultato!
    ho faticato più a descrivere tutto che a farli…
    😀

  8. Ho deciso: oggi li faccio.

  9. Nun se possono guardaaaaaa!!!! :silly: :silly:

  10. Queste mi tocca farle anche a me, i bomboloni sono gli unici dolci di pasticceria che mangiano i miei figli e questi hanno davvero l’aria di essere spettacolari…

    Grazie
    Naty

  11. @bianca267 wrote:

    @Madamadorè wrote:

    COndividi pure, anche noi gradiamo :mrgreen:

    :aris
    mi si è allungata la lingua verso il monitor :aris

    :aris :aris :aris
    ieri ho scongelato la pasta avanzata e ho fatto le bombette! devo disintossicare il fegato dal fritto… :nas3:

    @debora, lievito ne hanno poco, correggo la ricetta! le prime le avevo fatte con lievito madre ma devo correggere la ricetta. queste hanno 3g di lievito secco o 10g di lievito fresco.

    @pea io ho la cucina all’americana, ho fritto con mia madre e si è meravigliata che non si sentisse odore! ho usato olio di arachide, se hai una cappa che funziona bene vai tranquilla perchè devi friggere al minino, nemmeno schizza.

    @bisco grazie!!

    grazie a tutte, vi metto il video di Montersino perchè è fondamentale per una buona riuscita. non ho parole lo hanno rimosso!
    Allora mi metto a scrivervi tutto che sennò dimentico…
    ma che @!! 👿 👿 ??? 😈 😈

  12. scusa, ma sono senza lievito?

  13. @crissy wrote:

    Pea hai la friggitrice?
    Se si, friggi fuori, togli il cestello e si riesce bene.

    no Crissy non ce l’ho. me la regalarono quando mi sono sposata e poi l’ho buttata via dopo circa 3 anni d’anni perchè per il NON utilizzo si era tutta ossidata e le guarnizioni si erano sciolte quasi. ed era quella DeLonghi col cestello rotante e filtro svuotaolio ecc ecc

    però… ora che mi ci fai pensare quasi quasi me la faccio prestare da mio fratello 😀

  14. io impazzirei per questa pietanza!!!

    cioè…sono salda e fedele e coerente con la cavolo di dukan,ma questi,mi farebbero desistere…cioè…guardiamoli…sono un capolavoro!!mi hanno messo in moto le papille gustativeeeeeeeeee!!

  15. Pea hai la friggitrice?
    Se si, friggi fuori, togli il cestello e si riesce bene.

  16. ecco. come diavolo faccio che io non friggo che impuzzo casa per giorni?
    ma i krapfen sono la mia vera, grande, immensa passione

    ……………. voglio farli!!! maledetta :bacbac:

  17. Oh mammaaaa, a momenti casco dal divano…hanno un aspetto fantastico…mi sembra di poterle mangiare attraverso lo schermo…. :silly: :silly: :silly:

  18. @Madamadorè wrote:

    COndividi pure, anche noi gradiamo :mrgreen:

    :aris
    mi si è allungata la lingua verso il monitor :aris

  19. ora do un morso allo schermo, mamma che famee!!!

  20. COndividi pure, anche noi gradiamo :mrgreen:

  21. quando sono super soddisfatta non riesco a non condividere, davvero! aggiungo che sono ottime anche il giorno dopo…

  22. era meglio che non aprivo
    lo sapevo che avrei sbavato!

  23. Omadonnasantissimadelcarmineincoronata!!!!!!!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

Vai alla barra degli strumenti